Venezia: progetto Venice Time Machine

Re: Venezia: progetto Venice Time Machine

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 29/02/2020, 23:15

Wired, 29/02/2020, Dario d'Elia, Contributor

Cos'è Time machine, l'enorme motore di ricerca europeo su arte e storia

Il progetto coinvolge decine di musei, archivi e università per creare "macchine del tempo" e mettere a disposizione opere d'arte e documenti in 3D
*

Il progetto Time Machine, finanziato dalla Commissione europea, è uno dei più ambiziosi e affascinanti del mondo per “trasformare il patrimonio storico e culturale in una risorsa vivente”. Al momento bisogna fare uno sforzo di immaginazione e accontentarsi dei rendering realizzati dai vari team accademici e di ricerca, ma l’obiettivo è chiaro. Nei prossimi tre anni – quindi entro il 2023 – verrà realizzato un motore di ricerca capace di “accedere alle informazioni su persone e luoghi del passato”. In pratica decine di archivi di musei e biblioteche storiche metteranno a disposizione documenti e libri digitalizzati che tramite l’intelligenza artificiale e l’estrazione dei big data consentiranno “interpretazioni più ricche del nostro passato”
...
La rete europea del progetto
La genesi del progetto Time Machine risale al 2016, quando l’Unione europea ha avviato una consultazione pubblica per raccogliere idee. Nel tempo sono state coinvolte le principali organizzazioni accademiche e di ricerca europee, le istituzioni per i beni culturali e le imprese private. Oggi si contano 33 istituzioni centrali che saranno finanziate singolarmente dalla Commissione europea con 1 milione di euro, e oltre 200 organizzazioni di 33 paesi, tra cui 7 biblioteche nazionali (Austria, Belgio, Francia, Israele, Paesi Bassi, Spagna, Svizzera) e 19 archivi di stato (Belgio, Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Germania, Ungheria, Lituania, Malta, Norvegia, Polonia, Romania, Slovenia, Spagna, Slovacchia, Svezia).
...
Il progetto prevede anche la creazione di punti di connessione per la digitalizzazione “al fine di accelerare la trasformazione di beni e archivi pubblici e privati in risorse digitali accessibili”. Senza contare lo spiegamento di strumenti per accelerare i tentativi di digitalizzazione.
...
Allegati
imago412.JPG
imago412.JPG (44.37 KiB) Osservato 338 volte
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 6244
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18

Re: Venezia: progetto Venice Time Machine

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 18/06/2017, 15:50

Repubblica.it, 18/06/2017, Giuliano Aluffi

La macchina del tempo che ci svelerà vite e intrighi della Venezia sconosciuta

Un progetto del Politecnico di Losanna e dell'Università Ca' Foscari prevede la digitalizzazione dei documenti di mille anni. Poi gli algoritmi studieranno i dati disegnando un “social network” di valore storico

Mille anni di vita, eventi e arte della Serenissima saranno a portata di clic per tutti, da ottobre, grazie a un ambizioso progetto che unisce il passato custodito dall’Archivio di Stato di Venezia al futuro dei big data. E’ il Venice Time Machine, viaggio nel tempo ideato da studiosi del Politecnico di Losanna in collaborazione con l’Università Ca’ Foscari: una ricostruzione digitale – e perciò consultabile con motori di ricerca e mappe in 3D - delle più svariate attività.
...
Il primo passo: rendere digitale l’archivio cartaceo. «Con un nuovo scanner circolare di nostra invenzione, il più veloce al mondo - 12 pagine al minuto - abbiamo digitalizzato già oltre 200.000 manoscritti di S. Maria dei Frari e 350.000 tra dipinti e fotografie della fondazione Giorgio Cini. Diventeranno un milione entro il 2019» spiega la ricercatrice Isabella di Lenardo, coordinatrice scientifica del progetto. «Ci aiuteranno a costruire una Venezia virtuale visitabile: monumenti palazzi, oggetti d’arte che non esistono più, o sono cambiati. In quest’ottica anche il dipinto di Canaletto del 1750 con Piazza San Marco è una fonte storica. Non è una fotografia ma in qualche modo ci documenta come poteva essere l’aspetto della piazza e come si vestivano le persone».
...
«Prendiamo la peste del 1630: ad oggi gli storici avevano consultato dati su non più di tre giorni di epidemia. Venice Time Machine invece ha già raccolto dati su tre interi anni di peste» osserva Di Lenardo. «Questo ci dice chi erano e dove si trovavano le vittime, e darci dati di grande interesse anche per gli epidemiologi di oggi». Il viaggio nel tempo non si fermerà alla Serenissima: «Poi toccherà a Parigi e Amsterdam. E il 30 giugno si terrà proprio a Venezia la prima riunione del consorzio Time Machine Europa con 200 istituzioni dei 27 Paesi dell’Unione» spiega Kaplan. «Abbiamo superato la prima fase di selezione del progetto europeo Fet Flagship, che assegnerà un miliardo di euro nel 2018. Il Time Machine Europa è l’unico progetto che sposa tecnologia e cultura».
...
Allegati
Archivio VE.JPG
Archivio VE.JPG (43.87 KiB) Osservato 1171 volte
Nuova macchina.JPG
Nuova macchina.JPG (34.78 KiB) Osservato 1171 volte
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 6244
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18

Re: Venezia: progetto Venice Time Machine

Messaggioda Serendipicri » 27/11/2015, 12:38

Segnalo lancio ANSA di ieri Parte da Venezia la Facebook del passato
In occasione del convegno "La grande bellezza dei grandi dati', presentati a Roma i primi risultati del progetto.
Serendipicri
Iscritto ad Archiviando
 
Messaggi: 25
Iscritto il: 08/03/2013, 18:26

Re: Venezia: progetto Venice Time Machine

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 16/10/2014, 13:09

Dalla NL di Parer, 14/10/2014:

Venezia, 1.000 anni di storia su cloud

Prosegue il progetto Time Machine, finalizzato alla digitalizzazione delle fonti custodite nell’Archivio di Stato della città lagunare. L’obiettivo è di preservarle nel lungo periodo e renderle accessibili a storici, ricercatori e appassionati.

Il progetto Venice Time Machine è promosso su iniziativa del Politecnico Federale di Losanna (Epfl) e dell'Università Ca' Foscari di Venezia, con il sostegno di un comitato internazionale di studiosi provenienti da Stanford, Columbia, Princeton e Oxford, e grazie alla partnership finanziaria della Fondation Lombard Odier. L’obiettivo che lo anima è di trasformare l’intero patrimonio custodito nell’Archivio di Stato di Venezia in un archivio digitale aperto. Si sta parlando di fonti che coprono 1.000 anni di storia della città, dal Medioevo al XX secolo. Tra questi, certificati, carte catastali, atti esattoriali, mappe e documenti relativi ai commerci, raccolti e custoditi al momento in oltre 80 km di scaffali. Un’operazione ambiziosissima, perché non solo si punta a digitalizzare queste fonti, ma anche a metterle in relazione, di modo che chi un domani decida di consultarle on line possa leggere in controluce i vari processi di trasformazione che interessarono Venezia. Dallo sviluppo della città e dei suoi edifici, al cambiamento delle forme di governo, all’alternarsi delle vicende individuali e familiari, fino all’evoluzione dei traffici che costituirono uno dei principali motori di affermazione della Serenissima ...
*
Allegati
VTM.JPG
VTM.JPG (40.67 KiB) Osservato 1785 volte
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 6244
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18

Venezia: progetto Venice Time Machine

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 22/07/2014, 0:29

Da Archeomatica, 16/07/2014:

L'Archivio di Stato di Venezia diventa un archivio digitale aperto

Venice Time Machine è il progetto che trasformerà l'Archivio di Stato di Venezia in un archivio digitale aperto. L'iniziativa coinvolge ricercatori e studenti dell'Epfl, il Politecnico Federale di Losanna, e dell'Università Ca' Foscari, con il sostegno di un comitato internazionale di studiosi provenienti da Stanford, Columbia, Princeton e Oxford. Funding partner è la Fondation Lombard Odier.
"Al momento è in corso l'elaborazione delle infrastrutture e delle tecnologie necessarie a convertire l'enorme massa di manoscritti amministrativi dell'Archivio in un gigantesco sistema informatico. L'Archivio di Stato di Venezia conta una quantità immensa di manoscritti in numerose lingue, che vanno dal Medio Evo fino al XX secolo, documenti spesso fragili e in cattivo stato di conservazione che devono essere classificati e raggruppati secondo il formato.
Combinando questa mole di informazioni, si potranno scrivere nuovi capitoli della storia della città. Ricostruire genealogie, completare biografie, confrontare piani architettonici di epoche diverse, rintracciare le proprietà di beni nei secoli sono solo alcune delle possibilità di approfondimento offerte dall'interconnessione di dati anagrafici, carte catastali, testamenti e altri documenti ancora. Inoltre, mentre adesso gli storici del mondo intero devono recarsi fisicamente a Venezia per consultare i documenti, in futuro potranno farlo anche da remoto, in un ambiente di ricerca nuovo: la Venice Time Machine donerà agli archivi una forma virtuale sul Web.
La sfida tecnica è imponente. La digitalizzazione richiede non solo la scansione di manoscritti, antichi e in varie lingue, ma anche il trattamento automatico di stili calligrafici diversi e presuppone la gestione, l'estrazione e la classificazione di Big Data, dataset grandi e complessi.

Fonte: CulturaItalia
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 6244
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18


Torna a Programmi, progetti e attività

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron