Contratto di Governo - Lega-M5S spazio anche alla Cultura

Immagine Feed RSS

Re: Contratto di Governo - Lega-M5S spazio anche alla Cultur

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 19/05/2018, 23:28

Miriconosci?, 19/05/2018

Contratto di governo definitivo M5S-Lega: quali novità per il Patrimonio e i suoi professionisti?

Avevamo evitato di commentare la bozza, le indiscrezioni, i pensieri. Avevamo atteso con un misto di fiducia e inquietudine.

Da ieri è finalmente pubblico il cosiddetto “contratto per il governo del cambiamento”, ovvero il programma definitivo del governo Movimento 5 Stelle – Lega. E finalmente possiamo, o meglio dobbiamo, commentarlo, per le sezioni che ci riguardano.
L’abbiamo letto con attenzione non solo la sezione “Cultura”, ma anche le sezioni “Ambiente, green economy e rifiuti zero” (sì, è un tutt’uno) e “Turismo”. E possiamo dire con certezza che il Patrimonio culturale e paesaggistico, nonché chi ci lavora o vorrebbe lavorarci, non possono certo esultare dopo la pubblicazione di questo programma di governo.

logo.JPG
logo.JPG (24.03 KiB) Osservato 107 volte

Anzitutto, lo spazio dedicato alla Cultura, nel senso più ampio possibile, è poco, veramente poco, e usato male. Non è dovuto solo alla sintesi: altre tematiche sono trattate con molta più ampiezza e precisione (ad esempio il tema sicurezza, o sport). Ma a parte la quantità delle parole e la forma, è il contenuto che più ci interessa.
...
Speriamo con tutti noi stessi che questo programma di Governo venga profondamente disatteso, e che le due forze politiche facciano ciò che serve al Paese, a tutti gli italiani: investire in Cultura, dare dignità ai professionisti e ai lavoratori del Patrimonio Culturale, rendere il settore centrale per lo sviluppo sociale ed economico del Paese.
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5148
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18

Contratto di Governo - Lega-M5S spazio anche alla Cultura

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 18/05/2018, 16:33

Nel Contratto di governo - Lega-M5S il punto 7 è dedicato alla Cultura

Il patrimonio culturale italiano rappresenta uno degli aspetti che più ci
identificano nel mondo. Il nostro Paese è colmo di ricchezze artistiche
e architettoniche sparse in maniera omogenea in tutto il territorio, e in
ogni campo dell’arte rappresentiamo un’eccellenza a livello mondiale,
sia essa la danza, il cinema, la musica, il teatro. Tuttavia, nonostante
tali risorse, l’Italia oggi non sfrutta a pieno le sue possibilità, lasciando
in alcuni casi i propri beni ed il proprio patrimonio culturale nella condizione
di non essere valorizzati a dovere.
I beni culturali sono uno strumento fondamentale per lo sviluppo del
turismo in tutto il territorio italiano nonché alla formazione del cittadino
in continuità con la nostra identità. Tuttavia lo Stato non può limitarsi
alla sola conservazione del bene, ma deve valorizzarlo e renderlo
fruibile attraverso sistemi e modelli efficaci, grazie ad una gestione attenta
e una migliore cooperazione tra gli enti pubblici e i privati. Occorre
mettere in campo misure in grado di tutelare il bene nel lungo
periodo, utilizzando in maniera virtuosa le risorse a disposizione.
È necessario partire da un principio chiaro: la cultura è un motore di
crescita di inestimabile valore e certamente non un costo inutile. Tagliare
in maniera lineare e non ragionata la spesa da destinare al nostro
patrimonio, sia esso artistico che culturale, significa ridurre in misura
considerevole le possibilità di accrescere la ricchezza anche economica
dei nostri territori.
I nostri musei, i siti storici, archeologici e dell’UNESCO devono tornare
ad essere poli di attrazione e d’interesse internazionale, attraverso un
complessivo aumento della fruibilità e un adeguato miglioramento dei
servizi offerti ai visitatori.
...
Allegati
imago246.JPG
imago246.JPG (25.35 KiB) Osservato 146 volte
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5148
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18


Torna a News ultima ora

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron