Discarica abusiva con scarto di archivi e cartelle cliniche

Re: Discarica abusiva con scarto di archivi e cartelle clini

Messaggioda monellanap » 21/07/2020, 10:58

Sono scandalizzata!
monellanap
Iscritto ad Archiviando
 
Messaggi: 3
Iscritto il: 21/07/2020, 10:36

Re: Discarica abusiva con scarto di archivi e cartelle clini

Messaggioda eflaia » 11/04/2020, 15:15

La documentazione sequestrata è stata inventariata? Mi chiedo da chi...

Comunque non stupitevi troppo: atti processuali ecc. possono essere reperiti con facilità ai mercati delle pulci...
eflaia
Iscritto ad Archiviando
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 19/09/2018, 10:06

Discarica abusiva con scarto di archivi e cartelle cliniche

Messaggioda Bernardino » 10/03/2020, 12:07

Servizio del 18 febbrazio 2020 su RaiNews24 di Maria Grazia Lombardi:
https://www.rainews.it/tgr/puglia/video ... c37ce.html

Sequestro di una discarica abusiva operato dalla Guardia di Finanza di Monopoli nell'ambito della convenzione tra Gdf, Regione Puglia e Arpa contro i reati ambientali.
Vi erano numerose cartelle cliniche della ASL di Bari, decine di faldoni e dati personali alla portata di chiunque, scarti d'archivio abbandonati tra rifiuti speciali di ogni tipo, in un edificio abbandonato di proprietà del Comune di Polignano a Mare (Bari), un tempo destinato a ospitare il mercato ortofrutticolo.
Nomi e cognomi, patologie, diagnosi e terapie riguardanti ignari pazienti, tutti documenti perfettamente leggibili in mezzo a tonnellate di rifiuti, in totale spregio della normativa sulla tutela della privacy e lo scarto archivistico.
La maggior parte delle cartelle cliniche trovate a cielo aperto dalle Fiamme Gialle riguardavano visite specialistiche effettuate nel reparto di ginecologia vent'anni fa da donne nate dagli anni '60 in poi, e quindi ancora in vita.
Le informazioni sensibili erano dunque alla portata di chiunque in un'area di 17.000 metri quadrati priva di recinzioni e senza alcuna misura di sicurezza, tra autoveicoli, oli esausti, materiali plastici, bitume, pneumatici usurati e rifiuti speciali di ogni tipo.
Tra i faldoni contenenti informazioni personali, sono state trovate anche istruttorie per la richiesta di esenzioni dal ticket e copia di documenti d'identità dei pazienti, carte bruciate ai margini dove però sono ancora perfettamente leggibili i dati personali degli interessati.
Trovato anche un vecchio timbro utilizzato per creare documenti contraffatti.
Tutta l'area è stata messa sotto sequestro insieme alla documentazione, che è stata inventariata a disposizione della competente autorità giudiziaria.

Fonte della notizia:
https://www.federprivacy.org/informazio ... -i-rifiuti
Bernardino
Socio ANAI
 
Messaggi: 170
Iscritto il: 25/02/2009, 17:22
Località: Bergamo


Torna a Discussioni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron