Chiuso l'archivio storico comunale di Lodi

Immagine Feed RSS

Chiuso l'archivio storico comunale di Lodi

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 06/10/2018, 8:53

Il Cittadino, 05/10/2018

Ma i lodigiani sono così ignoranti da non capire il problema?
Sospeso l’accesso all’Archivio storico di Lodi

Egregio direttore,
è stata con mia grande sorpresa che tre giorni fa, arrivando appositamente da Cremona per consultare l’Archivio storico comunale di Lodi, ho appreso che a partire dallo scorso 24 settembre nessuno può consultare i documenti custoditi in via Fissiraga a Lodi. Un laconico comunicato affisso all’ingresso dell’Archivio, che annuncia la chiusura dal pubblico della struttura, mi ha lasciato di stucco.

Dai due studiosi presenti in sala ho scoperto che l’amministrazione comunale di Lodi passata e quella attuale hanno abbandonato a sé stesso l’Archivio storico municipale, lasciando andare in pensione o altrove tutto il personale preposto, e che adesso non ci sono più dipendenti che possono consegnare agli studiosi il materiale che vi è custodito.

Vorrei ricordare agli amministratori comunali della città di Lodi che in esso è riposto tutto l’Archivio notarile sussidiario sia di Lodi che di Crema, con centinaia e centinaia di filze nelle quali sono conservate centinaia di migliaia di documenti (atti pubblici e privati, doti, testamenti, contratti di vendita e d’affitto) di più di 600 notai, compresi tra il 1450 e il 1758. In esso sono riposti, tra gli altri, i grandi faldoni dell’Archivio del Giudice conciliatore di Lodi (1875-1997), gli Atti giudiziari di Crema e del suo territorio (1518-1656), l’Archivio della Sottoprefettura di Lodi e Crema ( XVIII - XIX secolo), l’Archivi delle Congregazioni di Muzza e del Consorzio di bonifica Muzza Bassa Lodigiana (XI-XX secolo), l’Archivio dell’Ospedale Maggiore di Lodi (XII secolo-1964), l’Archivio dell’Ospedale Fissiraga (XVI-XIX secolo), il Fondo agrimensori (1602-1839).

Un giovane di Crema che deve predisporre la tesi universitaria consultando gli incartamenti che si trovano a Lodi non può accedere all’Archivio: cosa farà?Rinvierà la tesi? Cosa penserà il suo docente? Mi hanno detto che solo “Il Cittadino”, con un paio di articoli, ha sollevato il problema, e che l’amministrazione comunale tutta, opposizione compresa, ha fatto finora orecchio da mercante. Mi creda, è uno scandalo. Ma i lodigiani sono così ignoranti da non accorgersi del problema che stanno creando ai giovani universitari? E Lodi sarebbe una città universitaria? Ma fatemi il piacere...

Angelo Morstabilini
*
Allegati
imago315.JPG
imago315.JPG (35.33 KiB) Osservato 557 volte
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5846
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

Torna a News ultima ora

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite