Protezione dei dati personali - privacy

Re: Protezione dei dati personali - privacy

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 12/10/2018, 1:21

Parer, 09/10/2017

Registro dei trattamenti: le istruzioni del Garante Privacy

Tra le indicazioni, chiarimenti sulle informazioni che deve contenere il registro e le modalità per la conservazione e l'aggiornamento dello strumento

Il Garante per la protezione dei dati personali ha messo a disposizione sul proprio sito le istruzioni sul Registro delle attività di trattamento, previsto dal nuovo Regolamento europeo in materia di dati personali (GDPR). Delle istruzioni fanno parte le FAQ (frequently asked questions) e ulteriori approfondimenti normativi e interpretativi. Di seguito il testo del comunicato del Garante:

"Il Registro, che deve essere predisposto dal titolare e del responsabile del trattamento, è un documento contenente le principali informazioni (specificatamente individuate dall’art. 30 del Regolamento) relative alle operazioni di trattamento svolte da una impresa, un’associazione, un esercizio commerciale, un libero professionista.

L’obbligo di redigere il Registro costituisce uno dei principali elementi di accountability del titolare, poiché rappresenta uno strumento idoneo a fornire un quadro aggiornato dei trattamenti in essere all’interno della propria organizzazione, indispensabile ai fini della valutazione o analisi del rischio e dunque preliminare rispetto a tale attività.

Il Registro deve avere forma scritta, anche elettronica, e deve essere esibito su richiesta al Garante.

Come specificato nelle FAQ del Garante, sono tenuti a redigere il Registro le imprese o le organizzazioni con almeno 250 dipendenti e - al di sotto dei 250 dipendenti - qualunque titolare o responsabile che effettui trattamenti che possano presentare rischi, anche non elevati, per i diritti e le libertà delle persone o che effettui trattamenti non occasionali di dati oppure trattamenti di particolari categorie di dati (come i dati biometrici, dati genetici, quelli sulla salute, sulle convinzioni religiose, sull’origine etnica etc.), o anche di dati relativi a condanne penali e a reati.

Nelle FAQ vengono indicate, tra l’altro, quali informazioni deve contenere il Registro e le modalità per la sua conservazione e il suo aggiornamento".
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5304
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18

Re: Protezione dei dati personali - privacy

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 08/09/2018, 20:36

AgendaDigitale, 05/09/2018

Decreto Gdpr, le urgenze dopo l’uscita in Gazzetta Ufficiale

di Franco Pizzetti, professore ordinario di Diritto Costituzionale - Facoltà di Giurisprudenza Università di Torino

Un compito immane attende il Garante privacy, chiamato a un lavoro di messa in asse del sistema costituito dal GDPR, dal decreto delegato di attuazione e dal vecchio Codice come novellato dal decreto 101 del 10 agosto 2018. Ecco tutte le criticità di un quadro normativo estremamente complesso. L’analisi di Pizzetti

Indice degli argomenti

L’arrivo del testo in Gazzetta
Un quadro normativo complesso
Difficoltà interpretative e controversie attuative
Il rischio di aumento dei contenziosi
Il rafforzamento dei poteri del Garante
Il potere del Garante in materia di accreditamento
Un immane lavoro per il Garante
GDPR e poteri soft law del Garante
Accelerare il passaggio al nuovo sistema
Norme transitorie, incongruenze tra vecchio e nuovo
Agire rapidamente per evitare ricorsi contro l’Italia
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5304
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18

Re: Protezione dei dati personali - privacy

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 06/09/2018, 1:13

Se vuoi seguire in diretta lo studio del DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2018, n. 101, il decreto che aggiorna il CODICE DELLA PRIVACY ed adatta la normativa nazionale al GDPR (regolamento UE 2016/679) clicca al link:

https://docs.google.com/document/d/1AAB ... -jZc8/edit

Accederai al file in corso di aggiornamento a cura del dott. Simone Chiarelli che, oltre a riportare il testo, segnalerà i passaggi più rilevanti, commenti ed approfondimenti.
Cliccando puoi anche commentare e proporre quesiti ed aggiornamenti.
Allegati
imago303.JPG
imago303.JPG (104.73 KiB) Osservato 416 volte
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5304
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18

Re: Protezione dei dati personali - privacy

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 05/09/2018, 8:45

È pubblicato nella G.U. n. 205 del 4 settembre il d.lgs. recante

«Disposizioni per l’adeguamento della normativa nazionale
alle disposizioni del regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e
del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone
fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera
circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (regolamento
generale sulla protezione dei dati)»
.

Il testo sarà in vigore a partire dal 19 settembre. Rispetto alla prima versione approvata in via preliminare, e come già annunciato dal Governo, la nuova norma modifica, ma non abroga totalmente, il Codice privacy

L'art. 20 disciplina i codici di deontologia e di buona condotta vigenti
alla data di entrata in vigore del presente decreto, mentre l'art. 27
riporta le abrogazioni dei i titoli, capi, sezioni, articoli e allegati del
codice in materia di protezione dei dati personali, di cui al d.lgs.
196/2003.
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5304
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18

Re: Protezione dei dati personali - privacy

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 05/08/2018, 17:41

AgendaDigitale, 28/07/2018, Ivano Pattelli, Associate Manager presso CyberSec.Bip - Privacy and security consultant

Registro dei trattamenti per la privacy (GDPR), come farlo e i vantaggi

Il Registro dei trattamenti, anche dove non previsto l’obbligo, è uno strumento indispensabile per tenere traccia delle operazioni effettuate dall’organizzazione sui dati personali degli interessati. Ecco quali informazioni dovrebbe contenere anche in funzione degli strumenti usati per il trattamento

Indice degli argomenti:
  • Cosa deve contenere il Registro dei trattamenti
  • Individuazione delle attività soggette a raccolta dati
  • Utilità del Registro per chi non è soggetto all’obbligo
  • Indicazione di liceità e base giuridica
  • Ruoli e compiti all’interno dell’organizzazione
  • Individuazione delle tipologie di atti e documenti
  • Strumenti elettronici e rischi di sicurezza
*
imago294.JPG
imago294.JPG (29.33 KiB) Osservato 579 volte

l 25 maggio è diventato definitivamente applicabile in via diretta in tutti i Paesi Ue il nuovo Regolamento europeo 2016/679 in materia di protezione dei dati personali (in inglese GDPR), che tra le altre cose istituisce l’obbligo di tenere un Registro delle attività di trattamento, in forma cartacea o anche in formato elettronico, a cura del titolare e del responsabile del trattamento ai sensi dell’articolo 30. Uno strumento ritenuto indispensabile per tenere traccia delle operazioni effettuate dall’organizzazione sui dati personali degli interessati ed essere in grado di valutare gli obblighi normativi applicabili, nonché di attuare un modello di governo della privacy adeguato al proprio contesto organizzativo (anche sistema di gestione privacy).

Infatti, l’individuazione puntuale dei trattamenti di dati personali effettuati, in relazione alle attività svolte dalla propria organizzazione, rappresenta il primo passo per poter comprendere gli obblighi a cui è necessario rispondere (ad esempio, raccolta del consenso, designazione responsabili esterni, ecc.), individuare le responsabilità ed i compiti di tutela all’interno dell’organizzazione e sviluppare correttamente le attività di valutazione della necessità e proporzionalità del trattamento, quando ricade l’obbligo di effettuare la DPIA (ai sensi dell’articolo 35), come anche dei rischi per la protezione dei dati personali e dei possibili impatti, o danni, che possono essere causati agli interessati in caso di violazione degli stessi.
...
In conclusione, il Registro non dovrebbe contenere solo le categorie di informazioni previste dall’articolo 30 del Regolamento, ma anche tutte quelle informazioni necessarie ed indispensabili per individuare e valutare gli obblighi previsti dal quadro normativo di riferimento e i rischi a cui possono essere esposti i dati personali in funzione degli strumenti utilizzati per il loro trattamento e che possono causare potenziali danni, sia materiali che immateriali, agli interessati.
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5304
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18

Re: Protezione dei dati personali - privacy

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 12/07/2018, 8:22

AgendaDigitale, Luca Tosoni, avvocato e ricercatore presso l’Università di Oslo, 11/07/2018

Archivio di dati personali, cos’è dopo la sentenza della Corte di Giustizia europea

E' uscita ieri una sentenza importante della Corte di Giustizia europea sulla “Tutela delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali”.

Un punto fondamentale, che credo possa passare inosservato, è che questa sentenza è la prima (della Corte di Giustizia) a chiarire cosa si debba intendere per ‘archivio’ di dati personali.

Si legge: “Archivio di dati personali” (“archivio”): qualsiasi insieme strutturato di dati personali accessibili, secondo criteri determinati, indipendentemente dal fatto che tale insieme sia centralizzato, decentralizzato o ripartito in modo funzionale o geografico”.
“L’articolo 2, lettera c), della direttiva 95/46 deve essere interpretato nel senso che la nozione di «archivio», di cui a tale disposizione, include l’insieme di dati personali raccolti nell’ambito di un’attività di predicazione porta a porta, contenente nomi, indirizzi e altre informazioni riguardanti le persone contattate porta a porta, allorché tali dati sono strutturati secondo criteri specifici che consentono, in pratica, di recuperarli facilmente per un successivo impiego. Affinché il suddetto insieme rientri in tale nozione, non è necessario che esso comprenda schedari, elenchi specifici o altri sistemi di ricerca”.
...
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5304
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18

Re: Protezione dei dati personali - privacy

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 17/06/2018, 18:03

Parere sullo schema di decreto legislativo recante disposizioni per l'adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del Regolamento (UE) 2016/679 - 22 maggio 2018 [9163359]

Giudizio favorevole, ma con svariate osservazioni, sullo schema di decreto in materia approvato in via preliminare dal Consiglio dei Ministri a fine marzo

Il 22 maggio il Garante privacy ha espresso il proprio parere sullo schema di decreto legislativo recante disposizioni riguardo l’adeguamento della normativa italiana al nuovo Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali. Lo schema di decreto era stato approvato in via preliminare dal Consiglio dei Ministri nella seduta dello scorso 21 marzo.

Nel complesso, il giudizio sull’impianto è favorevole, ma il Garante ha comunque formulato diverse osservazioni su svariati argomenti.
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5304
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18

Re: Protezione dei dati personali - privacy

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 05/06/2018, 0:55

Agenda digitale, 31/05/2018, Franco Pizzetti, professore ordinario di Diritto Costituzionale - Facoltà di Giurisprudenza Università di Torino

Il nuovo Comitato europeo per la protezione dei dati (Edpb), dopo il Gdpr: compiti e poteri

Il nuovo Comitato europeo per la protezione dei dati ha poteri e compiti molto più ampi, alla luce del GDPR. E’ il perno essenziale del nuovo sistema dei rapporti tra le Autorità di controllo nazionali; il vero organo titolare del compito fondamentale di garantire la applicazione del Regolamento europeo.

Il 25 maggio 2018 ha tenuto la sua prima riunione il nuovo Comitato europeo per la protezione dei dati (Edpb), previsto dalla Sezione terza del Capo VII del GDPR, dedicato alle norme relative all’obbligo di coerenza e collaborazione tra le Autorità nazionali di controllo.

L’importanza dell’Edpb è evidente dato che è il vero organo europeo titolare del compito fondamentale di garantire la applicazione del Regolamento europeo: è chiamato a controllare che le Autorità nazionali applichino correttamente la nuova regolazione europea.
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5304
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18

Re: Protezione dei dati personali - privacy

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 04/06/2018, 11:39

L’Autorità Garante per la protezione dei dati personali ha reso disponibile il form on line
per la comunicazione dei dati di contatto del Responsabile della Protezione Dati (RPD)
(art.37, par.7 del Regolamento (UE) 2016/679 - RGPD)

1.Compilazione della comunicazione
2. Istruzioni (LEGGERE CON ATTENZIONE PRIMA DI INIZIARE LA PROCEDURA)
3. Fac-simile del modello di comunicazione
4. Pagina informativa sul RPD.

Per facilitare i soggetti tenuti all'adempimento, nella sezione dedicata alla procedura, è presente anche un facsimile in formato .pdf - da non utilizzare per la comunicazione al Garante - che consente di familiarizzare con l'adempimento e verificare, prima di iniziare la compilazione online, quali saranno le informazioni richieste.

Contestualmente all’attivazione del servizio online, il Garante ha pubblicato delle frequently asked questions (FAQ) riguardanti la compilazione del modulo.
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5304
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18

Re: Protezione dei dati personali - privacy

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 28/05/2018, 0:32

Garante per la protezione dei dati personali

Parere sullo schema di decreto legislativo recante disposizioni per l'adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del Regolamento (UE) 2016/679 - 22 maggio 2018 [9163359]

Parere sullo schema di decreto legislativo recante disposizioni per l'adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del Regolamento (UE) 2016/679 - 22 maggio 2018

IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI
Nella riunione odierna, in presenza del dott. Antonello Soro, presidente, della dott.ssa Augusta Iannini, vice presidente, della dott.ssa Giovanna Bianchi Clerici e della prof.ssa Licia Califano, componenti e del dott. Giuseppe Busia, segretario generale;
Visto l'articolo 13 della legge 25 ottobre 2017, n. 163, recante "Delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l'attuazione di altri atti dell'Unione europea (Legge di delegazione europea 2016/2017)";
Visto l'articolo 154 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 recante Codice in materia di protezione dei dati personali (di seguito: Codice);
Visto lo schema di decreto legislativo recante disposizioni per l'adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (Regolamento generale sulla protezione dei dati);
Vista la documentazione in atti;
Viste le osservazioni formulate dal segretario generale ai sensi dell'articolo 15 del regolamento del Garante n. 1/2000;
Relatore il dott. Antonello Soro;

PREMESSO
La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha chiesto il parere del Garante su uno schema di decreto legislativo recante disposizioni per l'adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (Regolamento generale sulla protezione dei dati), approvato dal Consiglio dei Ministri nella riunione del 21 marzo 2018.
...
OSSERVA

Al fine di rendere il decreto pienamente conforme ai principi e alle disposizioni del Regolamento, perfezionandolo in alcuni punti anche sotto il profilo formale, si rappresenta di seguito l'opportunità di alcune modifiche e integrazioni .

1. Profili di particolare interesse

1.1. Conservazione dei dati di traffico telefonico e telematico

L'articolo 11, comma 1, lett. i), numero 3, dello schema di decreto conferma la deroga all'articolo 132, commi 1 ed 1-bis del Codice, introdotta dall'articolo 24 della legge 20 novembre 2017, n. 167, recante "Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea - Legge europea 2017". Come noto, tale disposizione ha prolungato fino a 72 mesi il termine di conservazione dei dati di traffico telefonico e telematico, nonché dei dati relativi alle chiamate senza risposta, "al fine di garantire strumenti di indagine efficace in considerazione delle straordinarie esigenze di contrasto del terrorismo, anche internazionale, per le finalità dell'accertamento e della repressione dei reati di cui agli articoli 51, comma 3-quater, e 407, comma 2, lettera a), del codice di procedura penale".
....
2.7. Responsabile protezione dati

Appare opportuno estendere all'autorità giudiziaria nell'esercizio delle funzioni giurisdizionali diverse da quelle penali l'obbligo di designazione del responsabile della protezione dati, coerentemente con la scelta compiuta in occasione del recepimento della direttiva (UE) 2016/680, relativamente ai trattamenti svolti dall'autorità giudiziaria nell'esercizio della funzione giurisdizionale in sede penale (cfr. art. 28, AG 517, XVII legislatura.).
....
Allegati
imago252.JPG
imago252.JPG (13.03 KiB) Osservato 1151 volte
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5304
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18

Prossimo

Torna a Discussioni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite