Emergenza terremoto centro Italia: focus sui BBCC

Re: Emergenza terremoto centro Italia: focus sui BBCC

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 10/01/2017, 11:43

Il MIBACT cerca professionisti dei BBCC per le zone terremotate fra il proprio personale dipendente

Circolare n.8/2017 DG-OR:
Eventi sismici 2016. Interpello per l'implementazione delle squadre di rilevamento danni - Verifiche di secondo livello

*
Allegati
Modulo.JPG
Modulo.JPG (62.45 KiB) Osservato 3191 volte
Elenco professionisti richiesti.JPG
Elenco professionisti richiesti.JPG (45.86 KiB) Osservato 3191 volte
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5624
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18

Re: Emergenza terremoto centro Italia: focus sui BBCC

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 30/12/2016, 1:57

Valnerinaoggi, 28/12/2016 di Morena Zingales

Norcia, recuperato un chilometro di documenti dall’archivio di deposito VIDEO

Un chilometro di documenti, di carte e stampe è stato recuperato dalle macerie dell’archivio di deposito del Comune di Norcia e trasferito in quello di Stato di Spoleto. L’archivio, che era all’interno di un capannone nella zona industriale di Norcia, dopo la scossa del 30 ottobre scorso, era stato letteralmente sepolto dalle macerie e in particolare dal tetto dell’immobile.

“E’ stato un lavoro enorme che ha richiesto quattro giorni di interventi complicati e rischiosi, ma siamo riusciti a portarlo a compimento grazie all’aiuto dei vigili del fuoco, dei militari dell’esercito, dei carabinieri del Nucleo tutela beni culturali e dei funzionari del ministero delle attività culturali”, ha spiegato all’ANSA Mario Squadroni, soprintendente archivistico e bibliografico dell’Umbria e delle Marche.
..
Allegati
Recupero archivio Norcia.JPG
Recupero archivio Norcia.JPG (30.84 KiB) Osservato 2868 volte
Video recupero archivi.JPG
Video recupero archivi.JPG (36.13 KiB) Osservato 2868 volte
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5624
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18

Re: Emergenza terremoto centro Italia: focus sui BBCC

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 19/12/2016, 15:28

Meteoweb, A cura di Antonella Petris, 18 dicembre 2016

Terremoto: al via i lavori per recuperare l’archivio del Comune di Norcia

Da domani mattina si tenterà di recuperare da sotto le macerie provocate dal terremoto l'archivio di deposito del Comune di Norcia


I terremoti del 1979 e del 1997, con le successive ricostruzioni sono soltanto alcuni dei fatti contenuti nei documenti che compongono l’archivio di deposito del Comune di Norcia, che da domani mattina si tenterà di recuperare da sotto le macerie provocate dal sisma. Oltre 60 anni di storia che dalla mattina del 30 ottobre scorso è sepolta sotto il capannone crollato. Il giorno del forte Terremoto alcuni faldoni, a causa delle oscillazioni del suolo, erano finiti nell’area adiacente alla rimessa che si trova nella zona industriale della città di San Benedetto e fortunatamente erano stati recuperati e messi in sicurezza. “Adesso dobbiamo procedere al recupero intero dell’archivio e sara’ un lavoro lungo e complesso” ha spiegato all’ANSA Mario Squadroni, soprintendente archivistico e bibliografico dell’ Umbria e delle Marche. “La gran parte dei documenti – ha aggiunto – si trova proprio sotto le travi in cemento armato e il tetto crollato che saranno rimossi grazie all’ausilio di una grande gru. Per eseguire tutte le operazioni e’ stato costituito un gruppo di lavoro composto dai vigili del fuoco, dall’ esercito, dai carabinieri del nucleo tutela beni culturali e da funzionari della Soprintendenza e dell’Istituto centrale per il restauro di Roma”.
*
L’intero archivio di deposito, verrà poi trasferito all’Archivio di Stato di Spoleto, dove sarà nuovamente ricatalogato e ordinato per intero. “E quindi rimesso a disposizione della collettivita’ per la consultazione” ha detto il Sovrintendente. “Una volta ricreate le condizioni a Norcia – ha aggiunto – verra’ di nuovo trasferito. Le operazioni di recupero dureranno almeno due, tre giorni. Si tratta di un intervento molto delicato, sia per la pericolosita’ causata dal cedimento della struttura che custodiva i documenti, sia per la fragilita’ delle carte stesse da recuperare”. In questi 48 giorni i documenti sono stati protetti da grandi teli che hanno impedito agli agenti atmosferici di rovinare o cancellare la storia recente di Norcia. Lo stesso metodo è stato utilizzato per proteggere le macerie della basilica di San Benedetto, pesantemente colpita dal Terremoto.
Allegati
Amatrice.JPG
Amatrice.JPG (104.41 KiB) Osservato 2906 volte
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5624
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18

Re: Emergenza terremoto centro Italia: focus sui BBCC

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 10/12/2016, 23:37

Pagina FB di Roberto Lorenzetti

Ieri intensa giornata dedicata ad archivi e terremoto. Abbiamo recuperato l'Archivio Strampelli e per l'operazione ringrazio tutti coloro che vi hanno preso parte: ww.ff, Carabinieri TPC, Crea, IRCRPAL,Soprintendenza, volontari di Legambiente Abruzzo e Lazio oltre naturalmente al personale dell'Archivio di Stato. Nel pomeriggio sono stati trasferiti alla Curia Vescovile diversi archivi parrocchiali che abbiamo recuperato nelle frazioni di Amatrice e a seguire una bella riunione con i cittadini di Accumoli che si riuniscono presso l'Archivio di Stato e lavorano nella consapevolezza che la ricostruzione di quei luoghi non è solo edilizia ma anche culturale.

*
Allegati
Recupero archivio Strampelli.JPG
Recupero archivio Strampelli.JPG (62.84 KiB) Osservato 3056 volte
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5624
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18

Re: Emergenza terremoto centro Italia: focus sui BBCC

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 04/12/2016, 19:07

L'emergenza #terremoto non è finita.
Per chiedere e offrire aiuto e segnalare info utili al webform
#segnala http://terremotocentroitalia.info/segnala/
*
Allegati
Pannello.JPG
Pannello.JPG (47.42 KiB) Osservato 2998 volte
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5624
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18

Re: Emergenza terremoto centro Italia: focus sui BBCC

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 28/11/2016, 0:18

Il Mondo degli Archivi, 24/11/2016, Roberto Lorenzetti (Direttore dell'Archivio di Stato di Rieti)

Che cosa ci insegna la storia: terremoti nel Reatino dal Medioevo a oggi

Una parte dell'intervento presentato da Roberto Lorenzetti, direttore dell’Archivio di Stato di Rieti al convegno:
Convivere con il #terremoto. Conoscere il territorio, prevenire il rischio sismico
che si è svolto a Rieti il 19 novembre 2016. #specialeterremoti Archivio di Stato di Rieti

Teatro Vespasiano terremoto 1898.JPG
Teatro Vespasiano terremoto 1898.JPG (39.62 KiB) Osservato 3026 volte

...
Quello dei terremoti è quindi un tema straordinario. Per tante comunità come Amatrice, Accumoli , Norcia, è difficile percepire il terremoto come un semplice capitolo della loro storia. Esso è la storia, è la fine della storia e l’inizio di una nuova storia, perché chi vive un terremoto tragico come questo, vive la fine del proprio mondo.

La storia dei terremoti è anche la storia degli insegnamenti non ascoltati. Gli esempi del presente sono del tutto simili a quelli del passato, come il terremoto che colpì il territorio di Norcia nel 1859, con una magnitudo calcolata in 5,8 (più o meno IX grado della vecchia scala Mercalli). I danni furono pesantissimi: delle 676 case che componevano l’abitato di Norcia, 195 (29%) crollarono del tutto e gran parte delle altre furono inagibili. Intervennero gli ingegneri pontifici che notarono che le case più danneggiate erano quelle di edificazione più recente, con muri sottili di ciottoli di fiume privi di superfici piane su cui potesse fare presa il cemento, quindi slegati uno dall’altro. Il governo di Pio IX emanò per la prima volta importanti norme edilizie che applicavano le conoscenze sismologiche del tempo ma il terremoto era ormai alle spalle e il Comune di Norcia, anziché applicarle, avviò un lungo braccio di ferro con il governo centrale evitando di metterle in atto. Vinse quella battaglia ma nel tempo, come sappiamo, ha pagato a duro prezzo quella vittoria.
Anche solo riferendoci agli ultimi 150 anni il prezzo che l’Italia ha pagato è davvero enorme sia in termini di vite umane che di distruzione del patrimonio culturale, di abbandoni dei luoghi e delle loro attività produttive e purtroppo persino in termini di speculazione, di corruzione, perché intorno ai terremoti non c’è solo compassione e solidarietà; ci sono profitti, interessi, guadagni, leciti e spesso illeciti.

In Italia si verifica un terremoto distruttivo ogni quattro-cinque anni, ovvero circa 20 terremoti ogni secolo: dall’Unità ad oggi si sono registrati 36 terremoti distruttivi.
...
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5624
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18

Re: Emergenza terremoto centro Italia: focus sui BBCC

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 24/11/2016, 14:09

Appello speciale del FAI

Sostieni il progetto del FAI per l'Oratorio della Madonna del Sole

Appello FAI.JPG
Appello FAI.JPG (26.7 KiB) Osservato 3026 volte

24 agosto. Il terremoto colpisce duramente il comune di Arquata del Tronto in provincia di Ascoli Piceno, danneggiando anche l'Oratorio della Madonna del Sole: la Chiesa, che si trova nella frazione di Capodacqua ed è un luogo simbolo dell'identità locale, è attribuita all'architetto e pittore Cola dell'Amatrice e risale al 1550.
29 settembre. Il FAI si mobilita stanziando un fondo speciale per la messa in sicurezza immediata della struttura e lancia un appello di raccolta fondi.
30 ottobre. Una seconda fortissima scossa colpisce Capodacqua, provocando nuovi crolli: grazie alla tempestiva opera di messa in sicurezza dell'edificio, l'architettura regge, ma cede il secolare campanile a vela.
16 novembre. Anche grazie all'impegno e al presidio del FAI possono riprende i lavori di consolidamento dell'oratorio.

Per andare avanti, ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5624
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18

Re: Emergenza terremoto centro Italia: focus sui BBCC

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 23/11/2016, 20:54

Per i non residenti nelle Marche, il corso per la formazione dei volontari per il recupero dei beni culturali nelle zone terremotate
CORSO DI FORMAZIONE e AGGIORNAMENTO PER I VOLONTARI

Gruppo di Protezione civile Legambiente Volontariato Marche Beni Culturali: cerchiamo volontari per continuare le operazioni di recupero


Per coinvolgere, formare e aggiornare i volontari e tutti coloro che vorranno mettersi a disposizione è stato organizzato un corso di formazione e aggiornamento in programma domenica 27 novembre, dalle ore 15 alle ore 19 presso Palazzo Campana ad Osimo, Piazza Dante Alighieri n.4.
Per aderire è necessario compilare e rimandare il modulo compilato all'email protezionecivile@legambientemarche.org
Per ulteriori informazioni visita la nostra pagina facebook.

Protezione civile.JPG
Protezione civile.JPG (87.73 KiB) Osservato 2973 volte

Il Gruppo di Protezione Civile specializzato nel recupero e messa in sicurezza dei Beni culturali, il primo in Italia specializzato in questo settore, rientra nella colonna mobile della Regione Marche ed è composto da 118 volontari di ogni età residenti in tutta la regione, uniti dalla passione per il loro territorio, veri paladini al servizio della comunità per la difesa della nostra eredità culturale. Ognuno di loro mette gratuitamente
...
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5624
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18

L'archivio di Visso ora all'Archivio di Stato di Ancona

Messaggioda Bernardino » 14/11/2016, 13:49

L'archivio di Visso trasferito all'Archivio di Stato di Ancona.
Sono 500 metri lineari di pergamene, faldoni e registri che vanno dal XV sec. al XX sec.

Da "Arte Magazine": http://www.artemagazine.it/attualita/it ... ara-ancona

ROMA - È stato trasferito l'archivio storico comunale di Visso. L'operazione, effettuata dai tecnici delle squadre di rilevamento danni dell'Unità di Crisi delle Marche assistiti dai restauratori dell'Istituto Centrale per il Restauro e la Conservazione del Patrimonio Archivistico e Librario, dal Sovrintendente e dai funzionari della Sovrintendenza Archivistico e Bibliografico dell'Umbria e delle Marche e dal personale dell'Archivio di Stato di Ancona, coadiuvati dai Vigili del Fuoco, dai Carabinieri del Comando Tutela Patrimonio Culturale, dai militari dell'esercito italiano e dalla protezione civile di Ancona, ha permesso di salvare 500 metri lineari di carte che coprono un periodo cronologico tra il XV sec. al XX sec. Si tratta di pergamene, faldoni e registri.

La ricca documentazione che conserva la memoria storica di Visso è stata trasferita presso la sede dell'Archivio di Stato di Ancona dove verrà conservata e opportunamente sistemata.
Tra gli archivi più importanti si segnalano:
l'Archivio Storico comunale, del Governatore di Visso, dell'Ente comunale di assistenza, della Guardia nazionale di Visso, dell'Opera nazionale per la protezione della maternità e dell'infanzia, del Monte di Pietà, del Santuario della Madonna in Macereto, della Società Operaia di mutuo soccorso, dello Stato civile, dell'Ufficio di conciliazione e del Vicario Foraneo.
Bernardino
Socio ANAI
 
Messaggi: 163
Iscritto il: 25/02/2009, 17:22
Località: Bergamo

Re: Emergenza terremoto centro Italia: focus sui BBCC

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 10/11/2016, 0:58

ANSA.it, Marche, 09/11/2016

Esercito recupera libri archivio Visso
Carte e documenti trasferiti da militari ad Ancona


I militari dell'Esercito hanno operato oggi a Visso, nella "zona rossa" del Comune particolarmente colpito dal recente sisma del 30 ottobre, per recuperare e trasportare libri e documenti dal locale archivio storico all'archivio di Stato di Ancona. Ad assistere alle operazioni condotte da dieci uomini e donne in divisa, era presente anche Mario Squadroni, Soprintendente dei beni archivistici delle Marche-Umbria e un rappresentante dell' istituto centrale del restauro della patologia del libro, per la tutela del materiale d'interesse artistico lì conservato. Ad oggi, informa la Difesa, sono oltre 1300 gli uomini e le donne delle Forze Armate che continuano senza sosta il supporto alle Istituzioni e alla popolazione nelle aree colpite dal sisma del 24 agosto e del 30 ottobre scorsi.
*
Allegati
Immagine recupero archivio.JPG
Immagine recupero archivio.JPG (53.17 KiB) Osservato 3019 volte
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5624
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18

PrecedenteProssimo

Torna a Emergenza terremoto beni culturali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite