Auguri della Presidente ANAI Mariella Guercio

Re: Auguri della Presidente ANAI Mariella Guercio

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 24/12/2017, 12:57

Lettera di auguri della Presidente ANAI ai soci

imago63.JPG
imago63.JPG (20.35 KiB) Osservato 278 volte

Cari Soci e cari Sostenitori,

è con il piacere che risiede nelle buone abitudini che, a nome di tutto il Consiglio direttivo nazionale, vi scrivo questa breve lettera di auguri cogliendo l’occasione per ricordare a tutti noi quanto siamo riusciti a fare nel corso del 2017 e quanto ci proponiamo di realizzare nell’anno in arrivo.

L’impegno nel tutelare e sostenere la nostra professione
continua a costituire il nostro obiettivo primario, nonostante le difficoltà incontrate in questo ambito, in parte dovute a una PA sempre più in affanno per mancanza di risorse e strutture, che hanno finora impedito che l’iter di approvazione della nostra richiesta di iscrizione agli elenchi del Ministero dello sviluppo economico giungesse finalmente a conclusione. Per motivi simili non sono ancora riusciti a vedere la luce i criteri ufficiali per l’iscrizione agli elenchi dei professionisti del Mibact previsti dalla legge 110/2014, nonostante le assicurazioni ricevute in queste ultime settimane dal capo di Gabinetto e dal capo dell’Ufficio legislativo del Ministero, ai quali è stata sottolineata anche la necessità e l’urgenza della riforma delle scuole di archivistica, paleografia e diplomatica, attesa ormai da decenni.

È giunta invece a positiva conclusione l’impegnativa revisione della norma UNI sulla professione degli archivisti: malgrado il ripetuto tentativo di alcune associazioni che operano nel campo dell’ICT di ridurre l’area di esercizio della nostra professione agli ambiti più tradizionali, la norma è stata confermata e mantenuta.

Come sempre molto ancora rimane da fare: lo dimostrano le numerose segnalazioni pervenute nell’ultimo anno da parte di colleghi archivisti arrabbiati e delusi per iniziative, bandi di gara e selezioni indette da soggetti, pubblici e non, dalle quali traspare sovente una scarsa consapevolezza, e in alcuni casi considerazione, della professione archivistica. La voce di un socio è divenuta spesso la voce di tutta l’Associazione, in difesa e sostegno della nostra comunità.

I servizi in favore degli associati
Due servizi, attivati lo scorso anno, possono dirsi ormai a regime: il Servizio di monitoraggio bandi, strumento di trasparenza e di concreto aiuto ai liberi professionisti, e la convenzione assicurativa che consente ai soci di stipulare, a tariffe agevolate, polizze individuali.
Su alcuni temi centrali, un intenso dibattito ha permesso di trovare soluzioni condivise: grazie alla partecipata definizione delle linee guida per la formazione, adottate in via sperimentale per il 2018, e al consolidamento della Segreteria formazione, è stato possibile potenziare in modo significativo l’offerta formativa dall’Associazione ottenendo riscontri molto positivi in termini di partecipazione, gradimento e soddisfazione.

L’esigenza di rendere la Formazione Anai sempre più qualificata e coordinata è oggi avvertita e richiesta da tutte le componenti della nostra Associazione. Per questo è in via di definizione un calendario articolato che prevede oltre 20 iniziative formative per il 2018 e che sarà reso noto e condiviso entro i primi mesi del nuovo anno. L’iscrizione dell’Anai sul MePa è stata completata consentendo l’avvio di iniziative specifiche di formazione con le pubbliche amministrazioni. Il successo di queste attività ha consolidato la situazione economica dell’Associazione consentendo di formulare nuove ipotesi di sviluppo.

Sul fronte delle attestazioni della qualità professionale, è stato formalmente costituito ed è operativo il comitato tecnico-scientifico (costituito da Paola Carucci, Giorgetta Bonfiglio Dosio e Lorenzo Pezzica). È in corso di realizzazione la procedura informatica che consentirà di gestire l’intero processo sulla base di un workflow definito e di regole e parametri di alta qualità.

Il rapporto con le altre associazioni
Il lavoro di coordinamento Mab-Musei Archivi e Biblioteche ha visto l’Anai impegnata, con successo, nell’organizzazione del convegno nazionale di novembre, preceduto dall’iniziativa realizzata da Mab Friuli Venezia Giulia sul nodo delle emergenze.

Un ruolo più centrale di rappresentanza nel direttivo Colap e un impegno sempre maggiore hanno consentito di partecipare attivamente alle campagne a favore dell’equo compenso e a consolidare il rapporto con il movimento associativo.

Il 16 novembre scorso l’Associazione ha partecipato alla sottoscrizione della dichiarazione di intenti tra il Comune di Napoli e la Coalizione 27 febbraio con l'obiettivo di aprire un laboratorio di studio sulle problematiche del lavoro autonomo.

Le convenzioni stipulate con SOS Archivi e con Museimpresa, i rinnovati rapporti con l’Associazione archivistica ecclesiastica e con altre associazioni archivistiche internazionali, infine, vanno nella direzione di allargare la rete di rapporti con i soggetti attivi in ambito archivistico.

Per ragionare sul senso dell’associazionismo professionale in un’età di profonde trasformazioni come quella che stiamo attraversando, intendiamo promuovere un’occasione di confronto che si terrà nel giugno 2018.

L’attenzione costante per gli archivi digitali e per la crescita delle conoscenze tecniche
Ha portato la nostra Associazione a riflettere e investire sul proprio archivio e sulla riorganizzazione del proprio sistema di gestione documentale. La selezione di un software di gestione fra quelli proposti dai Sostenitori è il primo degli obiettivi, su cui si è iniziato a lavorare. L’Anai ha svolto nell’anno che si sta per concludere un ruolo cruciale in collaborazione con altre istituzioni e associazioni (l’Università degli studi La Sapienza per il progetto ReCAP - Rete per la Conservazione e l'Accesso ai Patrimoni digitali e ForumPA, nell’ambito del Tavolo Cantieri Documenti digitali). Il tema del digitale richiede tuttavia un impegno nel rapporto con il settore pubblico, sia in termini di formazione e di sensibilizzazione, sia nel ricordare ai nostri interlocutori istituzionali la centralità della figura del responsabile per la gestione documentale e del responsabile archivistico della conservazione.

Le riforme statutarie e il rapporto rinnovato con i sostenitori
L’Assemblea dello scorso aprile ha segnato una tappa importante nel cammino della nostra Associazione che ha così inteso adeguarsi ai mutamenti occorsi al contesto professionale archivistico negli ultimi anni. Oltre alle modifiche apportate per adempiere alle richieste del Ministero dello sviluppo economico, dopo un intenso dibattito che ha visto coinvolti tutti gli organi dell’Associazione, si è giunti all’abolizione delle categorie e delle relative quote di rappresentanza, preso ormai atto dell’estrema fluidità degli inquadramenti contrattuali dei professionisti. Allo stesso tempo, volendo riconoscere un ruolo importante a enti, aziende o soggetti di qualunque genere dotati di servizi archivistici, a possessori o detentori di archivi di rilevante interesse o a quanti, soggetti economici, svolgono qualificate attività relative agli archivi, è stato creato un apposito luogo di confronto e discussione, la Conferenza dei sostenitori, dal quale possano scaturire pareri e auspici su attività e programmi dell’Associazione in merito a temi di particolare interesse per gli aderenti.

Quanto resta da fare
Nonostante l’impegno di tutti noi il lavoro da fare è ancora molto. La riconsiderazione degli strumenti e delle modalità di comunicazione della nostra associazione sia verso l’interno sia verso l’esterno - già avviato con il restyling del notiziario online “Il Mondo degli Archivi” e con l’avvio delle foglio di informazioni “Brevi dall’Anai” - deve proseguire nel consolidamento di un sistema di comunicazione che coinvolge il sito istituzionale e siti delle sezioni e la molteplicità di pagine social che quotidianamente vengono alimentate da una attività costante ma meno efficace di quanto non potrebbe essere. Intanto “Il Mondo degli Archivi” (sviluppato e gestito insieme all’Istituto centrale per gli archivi e sostenuto dalla Direzione generale Archivi) sta diventando la principale fonte di informazione su tutto quanto riguarda i patrimoni e la professione, la newsletter raggiunge più di 23.000 iscritti e la pagina Facebook ha superato i 4.000 iscritti con visualizzazioni dei post pubblicati che in alcuni casi hanno superato i 7.000 contatti. Alla newsletter “Brevi dall’Anai”, indirizzata agli associati, è invece affidata l’informazione puntuale sui temi che di tempo in tempo compaiono nell’agenda del direttivo e delle sezioni. Nel frattempo si guarda al 2019 nell’ipotesi di realizzare una nuova edizione di “Ispirati dagli archivi”, tenendo anche conto della coincidenza con il 70° anniversario dell’Anai.

Il 2018 sarà l’ultimo anno completo del nostro mandato. Dedicheremo i prossimi mesi a consolidare i risultati positivi ottenuti e a valutare, insieme a voi, le criticità che ancora richiedono di essere affrontate, nella consapevolezza che solo con la collaborazione di tutte le sue componenti la nostra Associazione potrà continuare a presidiare con la qualità e la tenacia necessarie le memorie documentarie che il nostro tempo ci affida.
Un augurio a tutti
Roma, 22 dicembre 2017

Mariella Guercio
Presidente Anai
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5184
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18

Auguri della Presidente ANAI Mariella Guercio

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 28/12/2016, 1:55

Lettera di auguri della Presidente ANAI ai soci

Logo ANAI.JPG
Logo ANAI.JPG (14.46 KiB) Osservato 572 volte

Roma, 22 dicembre 2016

Carissimi associati Anai (soci, sostenitori e amici),

a nome di tutto il Consiglio direttivo nazionale, i migliori auguri di buon Natale e felice anno nuovo. Quello che si chiude è stato, per noi tutti e per la nostra Associazione, un altro anno intenso denso di occasioni, conferme e nuovi stimoli. Una nuova sede presso la Biblioteca nazionale centrale di Roma ci ospita (e grazie alla nostra donazione di letteratura archivistica aprirà una sezione nella sala destinata alle informazioni bibliografiche), dopo lunghi anni in "Bazzoni": è il segno tangibile della nostra volontà di farne un punto di aggregazione e di incontro per i soci e, non più, soltanto il luogo di riunioni e liturgie associative.
L'impegno nel tutelare la professione non si è mai interrotto. L'Associazione, facendo proprie le segnalazioni dei soci, è più volte intervenuta denunciando ed esprimendo con forza disappunto per quei bandi che prevedevano requisiti non congrui.
Il dialogo con il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo è più intenso che mai. Ne sono solide testimonianze le numerose occasioni di confronto e collaborazione di questi mesi.
Con soddisfazione inoltre possiamo annunciare che è in via di conclusione l'iscrizione dell'Anai negli elenchi del Ministero dello sviluppo economico e si sta concludendo l'importante lavoro sul rilascio delle attestazioni di qualità professionale che verrà ratificato dall'Assemblea nazionale fissata per il 1° aprile 2017.
Servizi a favore degli associati hanno registrato una notevole espansione, riscuotendo un diffuso apprezzamento. Più del 10% dei nostri soci ha aderito al Servizio di monitoraggio bandi, che ha consentito di offrire un'informazione puntuale su opportunità di lavoro e, al contempo, di monitorare e vagliare la congruità delle offerte proposte.
Da ricordare la stipula di una convezione che permette agli associati di sottoscrivere una polizza assicurativa RC professionale a condizioni particolarmente vantaggiose, a cui possono essere affiancate altre formule assicurative.

Quali obiettivi per il futuro prossimo?
In primis l'ampliamento dell'offerta formativa rivolta alla nostra comunità. La creazione di un servizio di segreteria appositamente dedicato mira a garantire la pianificazione, il coordinamento e una migliore distribuzione territoriale delle attività. In quest'ottica, sono in via di definizione le procedure di iscrizione sul MePa che permetterà all'Associazione di proporre alle pubbliche amministrazioni la propria offerta, ipotizzando appositi pacchetti formativi e corsi ad hoc.
Servizi ai soci, ma non solo: il volume «Fare cose con parole», segnando l'inizio di una nuova attività editoriale dell'Associazione, ha voluto offrire un valido strumento per tutti i colleghi impegnati nella preparazione del "concorsone" MiBACT.

Confronto e condivisione
Continua il nostro impegno sul fronte del coordinamento Mab-Musei Archivi e Biblioteche nel cui ambito ha preso forma un'altra importante novità: l'adesione allo Scudo Blu - per Anai l'organizzazione che, sotto l'egida dell'Unesco, si occupa della protezione dei beni culturali in caso di calamità.
Continua l'impegno in Colap, il Coordinamento libere associazioni professionali che ha consentito all'Associazione di godere di una maggiore visibilità e, al contempo, di ampliare il ventaglio dei servizi offerti ai soci. In parallelo prosegue la partecipazione alle iniziative di Acta, l'Associazione dei professionisti indipendenti e della Coalizione 27, attive sul fronte del welfare, della fiscalità e, più in generale, dei diritti dei lavoratori autonomi.

Comunicare e condividere il valore degli archivi e degli archivisti
Una delle iniziative di maggior successo in questo 2016 è stata Ispirati dagli archivi che ci ha visto protagonisti su tutto il territorio nazionale per una settimana di iniziative per sottolineare l'importanza e il ruolo degli archivi nella società contemporanea. Il grande successo ottenuto, con più di 180 eventi distribuiti sul territorio nazionale e 400 adesioni dall'Italia e dall'estero, ci ha spinto a rendere questo evento un appuntamento periodico quasi certamente nel giugno 2018!
Fin dai primi passi il nuovo Direttivo ha colto l'importanza di un'efficace attività di comunicazione, mettendosi a lavoro per rinnovare gli strumenti associativi. Un proficuo accordo con la Direzione generale archivi e con l'Istituto centrale per gli Archivi ha consentito di rinnovare profondamente il notiziario on line "il mondo degli archivi", la cui newsletter ormai raggiunge quasi 23.000 indirizzi mail.

La Nostra associazione
I risultati ottenuti nell'anno che volge ormai al termine sono stati raggiunti grazie al generoso impegno dei nostri soci e al continuo dialogo fra tutte le componenti associative: saranno anche per il nuovo anno di stimolo per affrontare con energia le sfide che il futuro ci riserva.
È augurandovi buone feste, a nome di tutto il Direttivo nazionale, che affido a questo messaggio il mio ringraziamento per il vostro impegno: il confronto, le idee, i principi che ci uniscono costituiscono la vera forza della nostra Associazione.

Un caro saluto
Mariella Guercio
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5184
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18


Torna a Informazioni ai soci ANAI

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite