Legge 110/2014: elenchi nazionali professionisti BBCC

Re: Legge 110/2014: elenchi nazionali professionisti BBCC

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 03/12/2019, 15:13

Allegati
imago399.JPG
imago399.JPG (35.89 KiB) Osservato 26 volte
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5883
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

Re: Legge 110/2014: elenchi nazionali professionisti BBCC

Messaggioda Jacopo » 25/10/2019, 12:22

Sergio P. Del Bello ha scritto:Esatto.
Suggerirei di prendere in considerazione la proposta di iscriversi ad ANAI

Lo farò senz'altro. La ringrazio per il consiglio.
Jacopo
Iscritto ad Archiviando
 
Messaggi: 3
Iscritto il: 12/10/2019, 19:01

Re: Legge 110/2014: elenchi nazionali professionisti BBCC

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 24/10/2019, 14:26

Esatto.
Suggerirei di prendere in considerazione la proposta di iscriversi ad ANAI
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5883
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

Re: Legge 110/2014: elenchi nazionali professionisti BBCC

Messaggioda La Sorda Bruna » 24/10/2019, 14:02

Puoi fare richiesta di iscrizione al secondo livello perché hai la laurea magistrale, il diploma APD biennale (che è considerato come formazione di terzo livello) e 6 mesi di esperienza. Sarà poi la commissione di verifica della DGER che valuterà la tua richiesta. Come sai, puoi mandare la tua richiesta con autocertificazione, oppure, come socio ANAI, puoi usufruire dell’attestazione rilasciata dall’associazione ai sensi della l.4/2013
Bruna La Sorda
La Sorda Bruna
Socio ANAI
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 26/10/2014, 10:40

Re: Legge 110/2014: elenchi nazionali professionisti BBCC

Messaggioda Jacopo » 24/10/2019, 13:20

Ho una laurea magistrale in Filologia, letterature e storia dell'antichità (LM-15).
Jacopo
Iscritto ad Archiviando
 
Messaggi: 3
Iscritto il: 12/10/2019, 19:01

Re: Legge 110/2014: elenchi nazionali professionisti BBCC

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 24/10/2019, 13:07

Sei laureato?
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5883
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

Re: Legge 110/2014: elenchi nazionali professionisti BBCC

Messaggioda Jacopo » 24/10/2019, 12:15

Buongiorno a tutti!
Ho il Diploma di Archivistica, Paleografia e Diplomatica e al momento sono prossimo a concludere una collaborazione volontaria (la cui durata complessiva risulterà alla fine di 6 mesi e qualche giorno) ai sensi dell'art. 55 del D.P.R. 30 settembre 1963, n. 1409.
Ora, com'è naturale, sarei interessato a far valere il mio titolo e la mia esperienza ai fini dell'iscrizione agli elenchi in oggetto, ma non ho ben capito (anche a causa di certa farraginosità del testo dell'Allegato 3, non superata in maniera del tutto soddisfacente neppure dal documento che dovrebbe servire di ausilio alla lettura dell'Allegato stesso) se io, una volta acquisito l'attestato del volontariato, possa fare domanda per diventare Archivista di II fascia.
Ringrazio fin d'ora chiunque sappia darmi dei chiarimenti al riguardo.
Jacopo
Iscritto ad Archiviando
 
Messaggi: 3
Iscritto il: 12/10/2019, 19:01

Re: Legge 110/2014: elenchi nazionali professionisti BBCC

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 11/09/2019, 23:04

ANAI, 11/09/2019

Bandi permanenti relativi ai profili professionali per l'iscrizione negli elenchi nazionali dei professionisti

Bando pubblico permanente per l’iscrizione agli elenchi di archivista

Il possesso dei requisiti richiesti ai fini della iscrizione negli elenchi è dichiarato ed autocertificato dal candidato utilizzando il sistema informatico che viene reso disponibile sulla pagina istituzionale della Direzione Generale Educazione e Ricerca http://www.dger.beniculturali.it, a partire dal 1° dicembre 2019.

La Direzione Generale Educazione e Ricerca con Circolare 25 del 4 settembre 2019 ha pubblicato il bando relativi ai profili professionali, come da D. M. 244 del 20 maggio 2019.

Il bando relativo al profilo dell’archivista indica, oltre all’oggetto del bando, i requisiti per la partecipazione alla iscrizione, la procedura di verifica, le modalità di inoltro della candidatura e allegati alla domanda, l’iscrizione all’elenco, il trattamento dei dati personali, i termini legali.

Ricordiamo che la domanda di iscrizione agli elenchi deve essere compilata e inviata esclusivamente in via telematica utilizzando la specifica applicazione informatica che sarà disponibile tramite comunicazione nel sito istituzionale del MIBAC.

Il possesso dei requisiti richiesti ai fini dell’iscrizione negli elenchi è dichiarato ed autocertificato dal candidato utilizzando il sistema informatico che viene reso disponibile sulla pagina della Direzione Generale Educazione e Ricerca a partire dal 1° dicembre 2019.
L’autocertificazione della documentazione, all’atto della domanda potrà essere sostituita dal numero di repertorio dell’attestazione rilasciata da Associazione abilitata ai sensi della legge 14 gennaio 2013, n. 4.
A breve daremo tutte le informazioni necessarie per il rilascio delle attestazioni.

*
imago373.JPG
imago373.JPG (54.29 KiB) Osservato 759 volte

Con Circolare n. 25 del 4 settembre 2019 la Direzione Generale Educazione e Ricerca ha pubblicato i bandi permanenti relativi ai seguenti profili professionali:

1. bando profilo antropologo fisico
2. bando profilo archeologo
3. bando profilo archivista
4. bando profilo bibliotecario
5. bando profilo demoetnoantropologo
6. bando profilo esperto in diagnostica
7. bando profilo storico dell’arte
Ciascun profilo professionale si articola in tre fasce I, II e III corrispondenti ai livelli del quadro europeo delle qualifiche EQF 8, 7 e 6.

Si precisa che gli elenchi non costituiscono un albo professionale e la mancata iscrizione agli stessi non preclude in alcun modo la possibilità di esercitare la professione.

*
Allegati
imago374.JPG
imago374.JPG (24.77 KiB) Osservato 759 volte
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5883
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

Re: Legge 110/2014: elenchi nazionali professionisti BBCC

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 24/06/2019, 13:17

La Stampa, Cultura, 09/06/2019

Bibliotecari e archivisti, dalle Università lettera aperta a Bonisoli

La protesta dei professori coordinatori dei corsi di laurea magistrale in Archivistica e Biblioteconomia al ministro dei Beni e delle Attività Culturali

È di questi giorni la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Regolamento concernente la procedura per la formazione degli elenchi nazionali di archeologi, archivisti, bibliotecari, demoetnoantropologi, antropologi fisici, esperti di diagnostica e di scienza e tecnologia applicate ai beni culturali e storici dell’arte. Un Regolamento che ha sollevato la protesta dei professori coordinatori dei corsi di laurea magistrale in Archivistica e Biblioteconomia - Flavia De Rubeis, dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, Paola Degni, dell’Università di Bologna, Mauro Guerrini, dell’Università di Firenze, Alessandra Giannelli (Bari), Cristina Mantegna (Roma-La Sapienza), Maria Consiglia Napoli (Salerno), che hanno scritto una lettera aperta al ministro dei Beni e delle Attività Culturali Alberto Bonisoli.

«Nei requisiti formativi previsti per la maggior parte delle figure professionali interessate da tale Regolamento - si legge nella lettera - compare, esplicita e puntuale, l’indicazione di titoli di studio conseguiti nelle specifiche classi di laurea o laurea magistrale ex DM 270/2004.
...
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5883
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

Re: Legge 110/2014: elenchi nazionali professionisti BBCC

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 21/06/2019, 1:52

La posizione di Archim, 20/06/2019

L’elenco ministeriale degli archivisti: cosa è, a cosa serve e cosa non deve né dovrà essere

Com'è noto, la Legge 110/2014 sul riconoscimento delle professioni del patrimonio culturale ha introdotto nel Codice dei Beni Culturali l'art. 9bis, secondo il quale "... gli interventi operativi di tutela, protezione e conservazione dei beni culturali nonché quelli relativi alla valorizzazione e alla fruizione dei beni stessi [...] sono affidati alla responsabilità e all'attuazione [...] di [...] archivisti [...] in possesso di adeguata formazione ed esperienza professionale" (art. 1).
La legge indica anche che "Sono istituiti presso il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo elenchi nazionali di [...] archivisti [...] in possesso [di specifici] requisiti"; individuati dal Ministro con proprio decreto (art. 2).
Qui la Legge.
Il DM 244 del 20 maggio 2019 descrive nell'allegato 3 dedicato agli archivisti tre fasce progressive di formazione professionale, abbinati a tre livelli crescenti di competenze, che sono concepite secondo i livelli del Quadro Europeo delle Qualifiche (EQF).
Qui il decreto.
Qui informazioni sulle griglie EQF.
Per quanto si apprezzi e si ringrazi per l'impegno profuso nel declinare i criteri di 'adeguata formazione' abbinati alle fasce di competenza, sottolineiamo che mentre il sistema EQF, utile alla circolazione europea dei professionisti, si basa sull'assunto dell'apprendimento - formale, non formale e informale - continuo di competenze, il DM rimanda piuttosto a percorsi di studio quasi esclusivamente formali, peraltro a carattere progressivo.

La formazione archivistica ha natura sostanzialmente poligenetica, anche quando a carattere formale (Scuole di Archivistica, Paleografia e Diplomatica annesse agli Archivi di Stato, Lauree, Università, Scuole di specializzazione, Master...). Aver voluto invece postulare una progressione (come se ci fosse un cammino formativo unico e necessario) alla griglia di competenze EQF per gli archivisti ha prodotto, di fatto, una grave inesattezza in contrasto al vero spirito della legge, là dove ad esempio si discetta sul numero di CFU o esami di archivistica sostenuti nel corso di laurea, in un contesto in cui però buona parte dei diplomati presso le scuole statali di Archivistica, Paleografia e Diplomatica ha spesso e volentieri alle spalle non solo lauree non archivistiche, ma in molti casi anche non umanistiche.
Constatiamo poi non senza relativo sgomento come parte della popolazione professionale abbia assorbito immediatamente l'idea dell'elenco come "registro nazionale dei professionisti abilitati", e supinamente l'iscrizione alle associazioni del settore come modalità di accreditamento in esso.
A tale riguardo, citando una delle prime note Assotecnici relative alle "disinvolte interpretazioni del web", il Cdn ArchIM tiene a sottolineare che:
Gli elenchi (e i relativi profili) hanno funzione unicamente conoscitiva, non costituiscono albo o alcun tipo di vincolo all'esercizio professionale.
L'iscrizione ad una associazione professionale non è correlata in alcun modo a quella nell'elenco.
....
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5883
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

Prossimo

Torna a Professione archivista

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron