FOIA - adozione di un freedom of information act in Italia

Immagine Feed RSS

Re: FOIA - adozione di un freedom of information act in Ital

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 30/10/2015, 20:08

L'Unità.tv, 29/1072015, di @annaascani

Ecco perché all’Italia serve un Freedom Information Act

Cosa si cela dietro l’acronimo FOIA? Un celebre americano, autore di alcune delle pagine più illuminate del dibattito della costituente statunitense, scriveva che “nulla potrebbe essere più irragionevole che dare potere al popolo, privandolo tuttavia dell’informazione senza la quale si commettono gli abusi di potere. Un governo popolare, quando il popolo non sia informato o non disponga dei mezzi per acquisire informazioni, può essere solo il preludio a una farsa o a una tragedia, e forse a entrambe”.
...
Come dicevo, siamo agli ultimi metri e alle limature finali: per questa ragione oggi insieme a Ernesto Belisario e Guido Romeo di FOIA4Italy presentiamo a Montecitorio le review chieste a tre esperti di levatura internazionale sulla nostra originaria proposta di legge. Le revisioni in questione hanno espresso apprezzamento per l’impianto della legge e identificato delle possibili criticità, alcune delle quali sono già state sanate in Parlamento: nell’emendamento approvato, infatti, si prevede che l’accesso agli atti sia consentito non solo ai cittadini ma a “chiunque”.

Chiedere conto e rendere conto sono i due elementi fondanti di una vera cultura dell’accountability, per troppo tempo assente nel nostro paese: la trasparenza piena è uno degli elementi indispensabili del percorso verso il recupero della fiducia dei cittadini nelle istituzioni. Il diritto all’accesso è una possibile chiave di volta per invertire la tendenza al degrado della qualità democratica e della partecipazione. All’era dell’individualismo, che disgrega e pone l’uno contro l’altro, dobbiamo contrapporre e sostenere quella del cittadino, dei suoi diritti, della sua partecipazione.

Qualcuno diceva che “Libertà è partecipazione”. Con questa buona legge, partecipare sarà più facile. E, dunque, saremo un po’ più liberi.
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5945
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

Re: FOIA - adozione di un freedom of information act in Ital

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 29/09/2015, 7:22

Riparte il futuro, 29/09/2015

Hai mai pensato a cosa potresti fare con il Freedom of Information Act (FOIA)?
Immagina quante risposte a richieste che oggi non possiamo nemmeno fare…
Ecco cinque esempi provenienti da Gran Bretagna e Stati Uniti - dove esiste già il diritto di accedere ai dati della Pubblica Amministrazione - che mostrano le innumerevoli opportunità che un FOIA fornirebbe per migliorare il nostro Paese:

Locandina FOIA.JPG
Locandina FOIA.JPG (65.3 KiB) Osservato 2910 volte

Approfondisci sul blog e firma la petizione anche tu se credi nel diritto di accesso all’informazione.
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5945
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

Re: FOIA - adozione di un freedom of information act in Ital

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 24/07/2015, 1:25

Riparte il futuro

23 luglio 2015
Un FOIA per l'Italia è possibile

Chiediamo una Pubblica amministrazione dalle porte di vetro


La Redazione

I cittadini hanno il diritto e il dovere di monitorare l'operato delle Istituzioni. Per questo chiediamo un vero Freedom of Information Act che ci permetta di accedere ai documenti della Pubblica Amministrazione basato sulla proposta sostenuta da 30 organizzazioni della società civile, tra cui Riparte il futuro. Un FOIA completo e efficiente che rispetti 10 punti irrinunciabili.

Con l'approvazione da parte della commissione Affari Costituzionali della Camera dello scorso 30 giugno, ra la parola passa al governo che dovrà approvarla nel più breve tempo possibile.

Nel video Leonardo Ferrante di Riparte il futuro ci spiega perché è importante firmare tutti.

FIRMA LA PETIZIONE PER CHIEDERE UN FIOA4Italy >>
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5945
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

Re: FOIA - adozione di un freedom of information act in Ital

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 10/07/2015, 22:16

Dimt.it, di Marco Ciaffone

FOIA, Ascani: “Il diritto ad uno Stato trasparente non può ledere il diritto ad uno Stato sicuro”

Il deputato del Partito Democratico sull’emendamento approvato al Ddl di riforma della Pa: “È stato ritenuto necessario coordinare questo istituto con quello dell’accesso civico, introdotto con il d.lgs. 33/2013, e con il diritto di accesso ai documenti amministrativi di ex artt. 22 ss. l. 241/1990, nonché agli accessi previsti da discipline settoriali. Sarebbe auspicabile che anche il Legislatore nazionale scegliesse un metodo di exemptions improntato alla tassatività”

Il 2 luglio scorso presso gli Archivi del Quirinale si è tenuto il Convegno “Patrimonio culturale digitale tra conoscenza e valorizzazione“, sull’attuazione della Direttiva 2013/37/UE (nuova Direttiva PSI in materia di riutilizzo dell’informazione nel settore pubblico), organizzato dall’Accademia Italiana del Codice di Internet. Ai lavori è intervenuto anche il deputato Pd e consigliere politico per l’Agenda Digitale del Ministro per la Pa Palo Coppola, il quale, insieme alla collega Anna Ascani, ha recentemente ottenuto una grande conquista: l’approvazione di un emendamento al ddl Madia che introdurrebbe in Italia i principi del Freedom of Information Act (FOIA).

Ed è proprio Ascani ad aver rilasciato un’intervista a Dimt nella quale spiega alcuni dettagli dell’iniziativa.

Onorevole, innanzitutto qual è la ratio dell’emendamento?

Anna AscaniIl lavoro portato avanti in questi mesi è stato articolato ed ha raggiunto lo scopo che, insieme all’On. Coppola, intendevamo perseguire: consentire ai cittadini una maggiore libertà nell’accesso agli archivi della Pa. È questa la ratio dell’emendamento che abbiamo proposto, sebbene l’architettura immaginata sia più complessa di quanto si possa spiegare in poche righe: è stato ritenuto necessario, infatti, coordinare questo istituto con quello dell’accesso civico, introdotto con il d.lgs. 33/2013, e con il diritto di accesso ai documenti amministrativi di ex artt. 22 ss. l. 241/1990, nonché agli accessi previsti da discipline settoriali. ...

*
Allegati
Ascani.JPG
Ascani.JPG (22.46 KiB) Osservato 3228 volte
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5945
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

Re: FOIA - adozione di un freedom of information act in Ital

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 03/07/2015, 1:06

Corrierecomunicazioni.it, 01/07/2015:

Freedom of Information Act, la PA italiana apre le porte ai cittadini

Approvato un emendamento al ddl Madia che mira a rendere accessibili gli archivi delle amministrazioni. Foia4Italy: "Importante passo in avanti"

Scatto in avanti per il Freedom of Information Act (Foia) in Italia. La commissione Affari Costituzionali della Camera ha infatti approvato all'unanimità l'emendamento al ddl Madia sulla riforma PA, presentato da due deputati Pd, Anna Ascani e Paolo Coppola, che dovrà rendere accessibili gli archivi della pubblica amministrazione al pubblico e portare con il Foia il diritto per ogni cittadino ad accedere, anche via web, ai documenti della PA. ...

Ecco di seguto il testo dell'emendamento: Proposta emendativa pubblicata nel Bollettino delle Giunte e Commissioni del 30/06/2015 6.70.(nuova formulazione)

Al comma 1, dopo la lettera c), inserire la seguente:

c-bis) fermi restando gli obblighi di pubblicazione, riconoscimento della libertà di informazione attraverso il diritto di accesso, anche per via telematica, di chiunque, indipendentemente dalla titolarità di situazioni giuridicamente rilevanti, ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi pubblici e privati, al fine di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche; semplificazione delle procedure di iscrizione nelle white lists, di cui all’articolo 1, comma 52, della legge 6 novembre 2012, n. 190, con modifiche della relativa disciplina, mediante l’unificazione o l’interconnessione delle banche dati delle Amministrazioni centrali e periferiche competenti, e previsione di un sistema di monitoraggio semestrale, finalizzato all’aggiornamento degli elenchi costituiti presso le Prefetture; previsione di sanzioni a carico delle amministrazioni che non ottemperano alle disposizioni normative in materia di accesso, di procedure di ricorso all’Anac in materia di accesso civico e in materia di accesso ai sensi della presente lettera, nonché della tutela giurisdizionale ai sensi dell’articolo 116 del decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104.
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5945
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

Re: FOIA - adozione di un freedom of information act in Ital

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 02/07/2015, 0:24

Il Fatto Quotidiano, 30/06/2015

Ddl Madia, via libera a emendamento che consente l’accesso ai database pubblici

La commissione Affari costituzionali alla Camera approva la norma che introduce anche in Italia il Foia (Freedom of Information Act). Permetterà di consultare gli archivi con una maggiore libertà e facilità, anche tramite internet

[url]E’ la norma che consente l’accesso ai data base pubblici, anche via web, a “chiunque, indipendentemente dalla titolarità di situazioni giuridicamente rilevanti”, nel rispetto della tutela dei dati personali. La commissione Affari costituzionali alla Camera ha approvato un emendamento al ddl delega per la pubblica amministrazione – firmato dai deputati Pd, Paolo Coppola e Anna Ascani – che introduce anche in Italia il Freedom of information act (il cosiddetto Foia).

La modifica, annunciata dalla ministra Marianna Madia, apre a “chiunque, indipendentemente dalla titolarità di situazioni giuridicamente rilevanti” l’accesso ai dati e ai documenti detenuti dalle Pubbliche amministrazioni, “nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi pubblici e privati“. Dunque si potrà accedere agli archivi con una maggiore libertà e facilità, anche tramite internet. Nel futuro decreto legislativo, il governo dovrà favorire “forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche”.[/url]
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5945
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

Re: FOIA - adozione di un freedom of information act in Ital

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 20/03/2015, 0:30

Da Parer, 06/03/15:

Spending review, virtuosa ma non trasparente?

A dicembre, l’Iniziativa per un FOIA Freedom of Information Act in Italia ha chiesto di poter accedere al cosiddetto Dossier Cottarelli ma la Presidenza del Consiglio e il Ministero dell’Economia delle Finanze hanno risposto negativamente, dichiarando di non possedere i documenti

Aderisci all'appello per l'adozione di FOIA
*
Allegati
FOIA Cottarelli.JPG
httpwww.foia.itcottarelli_20150121.php
FOIA Cottarelli.JPG (39.07 KiB) Osservato 3368 volte
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5945
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

Re: FOIA - adozione di un freedom of information act in Ital

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 18/02/2015, 14:28

Da Wired.it, 18/02/2015:

Freedom of Information Act FOIAitaly

Oggi la proposta di una nuova legge per la trasparenza scritta dalla società civile viene presentata ai parlamentari. L’obbiettivo è integrarla nella normativa vigente, ma senza distorcerne il senso

“Matteo Renzi, tu l’hai promesso, noi l’abbiamo scritto. Adesso non resta che approvare il Freedom of information act italiano”. È con questo slogan che oggi, alle 11.00 nella sala Aldo Moro del Palazzo dei Gruppi della Camera, il testo della proposta di legge della coalizione Foia4Italy verrà presentato ai parlamentari.

Questa è la tappa più recente iniziata quasi un anno fa da una trentina di organizzazioni della società civile, tra le quali anche Diritto Di Sapere che ho contribuito a fondare. L’idea ci è venuta il 24 febbraio scorso ascoltando il discorso di insediamento del premier. Il quale, poco dopo il 39esimo minuto aveva detto chiaramente di voler dare all’Italia ben più di un Foia.
...


... i dieci punti senza i quali una nuova legge sulla trasparenza non può per noi definirsi un Freedom of Information Act.

Eccoli:

1. Il diritto di accesso è previsto per chiunque, senza obbligo di motivazione (eliminando le restrizioni previste dalla Legge n. 241/1990)

2. Possono essere oggetto dell’accesso tutti i documenti, gli atti, le informazioni e i dati formati, detenuti o comunque in possesso di un soggetto pubblico

3. Si applica non solo alle Amministrazioni ma anche alle società partecipate e ai gestori di servizi pubblici ...
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5945
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

Re: FOIA - adozione di un freedom of information act in Ital

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 26/01/2015, 23:25

Da Smarti Innovation, 26/01/2015, di Andrea Fama:

Accesso alle informazioni pubbliche: la normativa italiana è soddisfacente e al passo col resto del mondo?

Il dibattito in materia di conoscibilità e trasparenza dei procedimenti pubblici è oggi quanto mai attuale (in Italia, purtroppo, per certi temi è sempre oggi – si vedano gli scandali Mose, Expo, Mafia Capitale, solo per citare i casi più recenti). Cosa manca per equiparare al resto del mondo la nostra normativa (datata 1990) in materia di accesso alle informazioni della Pubblica Amministrazione? Cosa manca per arrivare al FOIA-Freedom of Information Act così come inteso a livello internazionale?
...

*
Allegati
Foia.JPG
Foia.JPG (17.99 KiB) Osservato 3286 volte
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5945
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

Re: FOIA - adozione di un freedom of information act in Ital

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 17/01/2015, 16:27

Dal blog di Belisario, 16/01/2015:

Si scrive FOIA, si legge diritto di sapere (e di contare). Ed è ora che arrivi in Italia

Nel nostro Paese, infatti, le informazioni della pubblica amministrazione
non sono conoscibili da tutti i cittadini


FOIA USA.JPG
FOIA USA.JPG (29.57 KiB) Osservato 3123 volte

Quali sono le principali cause di decesso nel Comune in cui viviamo da quando è stato aperto uno stabilimento industriale? Quali sono le spese per cui i nostri parlamentari hanno chiesto il rimborso? Quali sono stati i ristoranti che hanno avuto ispezioni per violazioni igieniche nelle cucine?
Si tratta di domande la cui risposta è contenuta in archivi e documenti che sono a disposizione della Pubblica Amministrazione ma che, purtroppo, non abbiamo il diritto di conoscere. ...


L’introduzione di un FOIA in Italia dovrà essere accompagnata da sanzioni importanti e certe,
poiché è facile prevedere che una norma di questo tipo incontrerebbe molte resistenze
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 5945
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

PrecedenteProssimo

Torna a News ultima ora

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite