Roma: presentazione di 2 libri storici sui Carabinieri 19/05

Roma: presentazione di 2 libri storici sui Carabinieri 19/05

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 12/05/2017, 0:42

19 maggio 2017, h 10.30
Stand della Difesa

Presentazioni di due volumi
realizzati dall’Ufficio Storico del Comando Generale dell’Arma dei
Carabinieri e pubblicati nella collana “Archivi e fonti militari” dello
Stato Maggiore della Difesa.

“Tra carte e caserme” di Flavio Carbone
“Una foresta di carte” di Simona Greco.


Il volume “*Tra carte e caserme*” costituisce il primo studio monografico
dedicato alla ricostruzione delle vicende complesse e articolate della
gestione documentaria all’interno dell’Arma dei Carabinieri nel corso degli
85 anni di vita del Regno d’Italia.

è possibile conoscere dunque le disposizioni interne all’Arma, le politiche
del Ministero della Guerra e del Ministero dell’Interno, del Comando
Supremo in materia di documenti, archivi, scarti e tutela.

Una storia complessa che mostra interessanti luci ed ombre e che offre una
serie di prospettive aperte allo studio di nuove piste di ricerca.

Il lavoro non si è limitato alla ricostruzione, sia pure molto difficile,
della gestione documentaria nell’Arma ma ha cercato di guardare con
attenzione ad altri aspetti come, ad esempio, le principali funzioni
riflesse che è stato possibile ricostruire dalla documentazione reperita
principalmente nei 2 istituti culturali dell’Arma: il Museo Storico e
l’Ufficio Storico. In più, l’autore ha approfondito, in chiave
archivistica, le politiche di acquisizione, gestione, tutela e
valorizzazione della documentazione che, a vario titolo, è giunta presso i
due enti, descrivendone la storia dei depositi.

Alla base del progetto scientifico risiede la volontà di far conoscere le
modalità di funzionamento degli archivi dei “Reali” e di consentire al
pubblico, sia quello più specialistico, sia quello più generalista, di
approfondire alcune tematiche di proprio interesse, nella consapevolezza
che, secondo il pensiero di Maria Montessori, “*Insegnare i dettagli
significa portare confusione. Stabilire i rapporti tra le cose significa
dare conoscenza*”. In definitiva il principale obiettivo dello studio è
costituito dalla capacità di utilizzo del testo come strumento di
comprensione di una realtà complessa, uno strumento utile a tutti, sia a
chi appartiene agli ambiti qualificati e specialistici, sia a chi, invece,
è interessato ad approfondire singole tematiche o ha la necessità di
comprendere alcuni funzionamenti interni all’Arma ma anche, più in
generale, all’Esercito. La ricerca affannosa e, in qualche caso, senza
esito delle disposizioni emanate nel corso del tempo, la ricostruzione
delle principali funzioni assolte all’interno dell’Arma, le descrizioni
quanto più possibile puntuali consentono di avere un quadro d’insieme che
offre una visione chiara e sistematica della storia degli archivi militari
e di forza dell’ordine allo stesso tempo che l’Arma dei Carabinieri ha
prodotto e custodito nel corso della sua lunga storia.

L’autore, *Flavio Carbone* (1968), ex allievo della Scuola Militare
“Nunziatella” di Napoli (197° Corso), entrato nell’Arma dei Carabinieri con
il 169° Corso “Orgoglio” dell’Accademia Militare di Modena, ha svolto
servizio nelle organizzazioni addestrative, territoriali e mobili
dell’Arma, al Nord, al Centro e al Sud d’Italia.

Attualmente presta servizio presso l’Ufficio Storico del Comando Generale
dell’Arma dei Carabinieri dove ricopre, con il grado di Tenente Colonnello,
l’incarico di Capo della 2a Sezione “Documentazione”.

Da oltre 15 anni si occupa di Storia dell’Arma dei Carabinieri e, più in
generale, delle Istituzioni militari. Da una decina d’anni i suoi temi di
ricerca si sono focalizzati sugli archivi militari. Laureato in
Giurisprudenza e in Scienze Politiche, ha conseguito poi il diploma (V.O.)
di “Archivista paleografo”, il titolo di dottore di ricerca in “Ceti
dirigenti e potere pubblico nella storia d’Italia contemporanea” e in
“Scienze librarie e documentarie” presso “Sapienza” Università di Roma.
Inoltre, ha pubblicato 4 volumi monografici di storia istituzionale e di
archivistica e oltre 70 tra saggi, articoli e contributi a convegni
scientifici.

Dal 2009 è rappresentante nazionale nel Comitato degli Archivi Militari
della Commissione Internazionale di Storia Militare.



Il volume “Una foresta di carte” di Simona Greco costituisce il primo
tentativo di un programma più ampio, che si intende perseguire nell’ottica
della ricerca e della valorizzazione della storia delle foreste, del paesaggio
e dell’ambiente.

La fonte primaria per questo tipo di ricerca è la documentazione storica
del Corpo forestale dello Stato, prodotta nel corso di una storia quasi
bicentenaria (1822-2016), che contribuisce a fornire importanti chiavi di
lettura per comprendere i cambiamenti e l’evoluzione del territorio e del
paesaggio nazionale.

La capillare distribuzione sul territorio dell’Amministrazione forestale,
che da sempre ha contraddistinto la sua organizzazione, consente oggi di
avere a disposizioni dati e informazioni sul territorio, garantendone così
una dettagliata conoscenza. La documentazione, infatti, restituisce
informazioni molteplici come dati sui rimboschimenti, progetti di
sistemazione idraulico forestale, dati statistici sugli incendi boschivi,
usi civici, utilizzazioni boschive, assetto idrogeologico ecc., che
permettono sia di ricostruire la storia del bosco nei suoi complessi
aspetti selvicolturali (connessi all’intreccio dei suoi rapporti ecologici,
tecnici ed economici), sia di “costruire” numerosi oggetti di ricerca.

E’ dalla volontà di rendere disponibili queste fonti per la ricerca e di
creare una rete di informazioni e dati che possono essere «utilizzati,
riutilizzati e ridistribuiti», che si origina l’idea di questo lavoro,
pensato e organizzato come strumento operativo per lo studioso.

La dettagliata descrizione delle norme che hanno disciplinato la vita,
l’attività e l’organizzazione dell’Amministrazione forestale e della sua
produzione e organizzazione documentaria aiuta a orientarsi nel ‘mondo’
degli archivi forestali. Inoltre, la documentazione analizzata, consente di
apprendere le forme intrinseche ed estrinseche che hanno nel tempo
contraddistinto le tipologie documentarie e di valutare l’importanza di
questi documenti come fonti per ricerche storico-geografiche e
storico-ambientali.

*Simona Greco *(1976), già nei ruoli del Corpo forestale dello Stato,
attualmente Appuntato scelto nell’Arma dei Carabinieri con l’incarico di
addetto all’Ufficio storico (2a sezione Documentazione).

Dal 2004 inizia la sua attività di studio e ricerca sugli archivi storici
dell’Amministrazione forestale, nel 2005 consegue la laurea in Scienze
Politiche, nel 2013 il dottorato di ricerca in Geografia storica per la
valorizzazione del patrimonio storico-ambientale e nel 2016 si specializza
in Beni archivistici e librari presso La Sapienza Università di Roma.

Nel 2013 viene incaricata dal Direttore generale del Corpo forestale dello
Stato di avviare un progetto per la tutela e la valorizzazione degli
archivi forestali e viene individuata come referente di convenzioni
stipulate con istituti universitari e l’Archivio centrale dello Stato per
attività finalizzate alla conoscenza e alla promozione degli archivi.

Socio corrispondente dell’Accademia italiana di Scienze forestali di
Firenze, ente con il quale collabora per la promozione della cultura
ambientale.

Ha pubblicato per il Corpo forestale dello Stato il volume *La Scuola del
Corpo forestale dello Stato. Il pensiero di una Scuola una Scuola di
pensiero* (2012).

ATTENZIONE:
Lo Stato Maggiore della Difesa, allo scopo di agevolare la presenza degli
interessati, ha indicato i recapiti a cui inviare richiesta di
accreditamento a titolo gratuito con i propri dati (titolo, nome, cognome,
telefono cellulare) per la giornata in questione (
quinto.segrstorico@smd.difesa.it e quinto.docstorico@smd.difesa.it,
cellulare 338/9467273). Nell’oggetto della richiesta si prega voler
riportare “*Salone del libro, 19 maggio. Accreditamento per le
presentazioni dei volumi Tra carte e caserme e Archivi di carta*”.

In tal modo, il personale dell’Ufficio Storico dello Stato Maggiore della
Difesa, nella mattinata del 19, garantirà l’accesso a titolo gratuito al
salone previ accordi diretti.

Si prega segnalare l’adesione anche all'indirizzo flavio.carbone@uniroma1.it


Ringrazio sin d’ora tutti per l’attenzione mostrata, in attesa di
incontrarvi a Torino.

Siete pregati di voler diffondere la mail a chiunque possa essere
interessato.
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 4708
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

Torna a Pubblicazioni e recensioni opere e testi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron