Questione PEC posta elettronica certificata

Re: Questione PEC posta elettronica certificata

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 09/11/2017, 14:38

09/11/2017
Camera di Commercio di Bergamo

Cancellazione delle Pec non conformi

Come richiesto dalla direttiva del Ministero dello Sviluppo Economico d’intesa con Ministero della Giustizia n.2608 del 27/04/2015, il Registro imprese di Bergamo ha avviato i controlli relativi all’esistenza e alla validità degli indirizzi di posta elettronica (PEC) comunicati dalle imprese iscritte.
In data 8 novembre 2017 è stato pubblicato nell’Albo Camerale l’elenco delle imprese che hanno in visura un indirizzo PEC revocato o non valido.
Entro 30 giorni dalla pubblicazione le imprese indicate nell’elenco dovranno regolarizzare la propria iscrizione tramite:
il rinnovo dell’indirizzo PEC revocato (in questo caso non serve alcuna comunicazione)
la comunicazione di un nuovo indirizzo PEC valido, attivo e univoco.
Decorsi inutilmente i 30 giorni, il conservatore del Registro imprese procederà, senza ulteriore avviso, alla cancellazione d’ufficio degli indirizzi PEC non regolarizzati.
Si raccomanda di verificare periodicamente la validità dell’indirizzo PEC presente in visura al fine di non incorrere nella procedura di cancellazione d’ufficio. La norma prevede infatti che, in assenza di un indirizzo PEC valido in visura, qualsiasi modifica inviata sulla posizione dell’impresa sarà sospesa fino a quando non venga comunicato un indirizzo valido, e comunque per un massimo di tre mesi per le società e 45 giorni per le imprese individuali. Decorso tale termine, la modifica verrà respinta e considerata mai presentata. L’ufficio valuterà se è possibile procedere all’iscrizione d’ufficio della modifica e nel caso, accerta la violazione per l’omessa denuncia.
Sul sito web maggiori informazioni in merito alla procedura di avvio della cancellazione delle PEC e alle modalità di regolarizzazione della PEC
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 4708
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

Re: Questione PEC posta elettronica certificata

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 01/07/2017, 16:50

FiscoeTasse.com, 30/06/2017

Posta elettronica certificata 2017: ecco come comunicare la pec alle Entrate

Pubblicato il provvedimento dell'agenzia delle Entrate con le indicazioni su come indicare la pec

Con il provvedimento dle 29.06.2017 (n. 120768/2017) sulle modalità di comunicazione, tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle entrate, dei dati relativi all’indirizzo pec per la notifica degli atti, ai sensi dell’articolo 60, settimo comma, del DPR 600/73 le Entrate hanno disposto che:

Modalità di comunicazione dell’indirizzo PEC
I dati relativi all’indirizzo di posta elettronica certificata per la notificazione degli avvisi e degli altri atti che per legge devono essere notificati possono essere comunicati esclusivamente tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle entrate, disponibili nell'area riservata. Nello stesso modo si possono comunicare la variazione e la revoca dell’indirizzo PEC precedentemente trasmesso.
...
Utilizzo dell’indirizzo PEC comunicato
L’indirizzo PEC comunicato dal richiedente può essere utilizzato dall’Agenzia delle entrate per la notificazione degli avvisi e degli altri atti, che per legge devono essere notificati, ai sensi dell’articolo 60, settimo comma, del d.P.R. 29 settembre 1973, n. 600, a decorrere dal 1° luglio 2017. Lo stesso indirizzo PEC può essere utilizzato, sempre a decorrere dal 1° luglio 2017, anche dall’agente della riscossione per la notifica delle cartelle di pagamento e degli atti della procedura di riscossione coattiva mediante ruolo relativamente ai carichi ad esso affidati da tutti gli enti creditori, anche diversi dall’Agenzia delle entrate.
...
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 4708
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

Re: Questione PEC posta elettronica certificata

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 27/10/2016, 8:11

Nel nuovo e graficamente piacevole canale Youtube Appunti di archivistica,
una lezione intitolata:

PEC vs S/MIME - Due metodi a confronto
*
Allegati
Video.JPG
Video.JPG (31.51 KiB) Osservato 973 volte
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 4708
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

Re: Questione PEC posta elettronica certificata

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 28/09/2016, 0:30

Parer, 14/09/2016

Una sentenza in materia di PEC e processo civile telematico

Il Tribunale di Milano ha stabilito che gli avvocati sono responsabili della mancata ricezione dei messaggi dei posta elettronica certificata se la propria casella mail è piena. Su Filodiritto l’analisi del pronunciamento

Il Tribunale di Milano ha stabilito che la mancata ricezione di un messaggio inviato via posta elettronica certificata dalla cancelleria è imputabile al destinatario – nel caso della sentenza un avvocato difensore – se la casella e-mail di quest’ultimo è piena e per questo motivo il messaggio non viene recapitato. Sul sito Filodiritto, un articolo a firma di Andrea Gabrielli, componente dell’Osservatorio CIRSFID di informatica giuridica e diritto delle nuove tecnologie, analizza i contenuti della sentenza.

La pronuncia – scrive l’esperto – trae origine da un reclamo proposto avverso un’ordinanza, in riferimento al quale il Tribunale aveva emesso un decreto con cui aveva fissato l’udienza di trattazione e assegnato alla parte reclamante il termine per la notifica del reclamo e del decreto stesso. Decorso il termine, il reclamo e il decreto non erano stati notificati.

Successivamente, il legale della parte reclamante depositava un’istanza per l’emissione di un nuovo decreto di fissazione dell’udienza e del relativo termine per la notifica, in quanto non aveva ricevuto comunicazione dalla cancelleria dell’emissione del precedente decreto e, di conseguenza, riteneva di non essere stato messo in condizione di effettuare tempestivamente la notifica nei termini fissati.

Il collegio giudicante rilevava, per contro, che la comunicazione era stata regolarmente eseguita a mezzo PEC dalla cancelleria, ma aveva contestualmente ottenuto in risposta dal gestore del servizio di posta elettronica certificata del difensore la ricevuta di mancata consegna con la causale “casella piena”…
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 4708
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

Re: Questione PEC posta elettronica certificata

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 25/07/2016, 20:17

Agenda Digitale, 18/07/2016, di Rossella Ragosta, Digital Legal Consultant Seen Solution Srl

Bisogna conservare a norma anche le PEC: ecco come e perché

Con l’introduzione del D.P.C.M. del 3 dicembre del 2013 e delle “Linee guida sulla conservazione dei documenti informatici” cambia l’approccio sul tema della conservazione, con particolare riferimento alla Posta Elettronica certificata. Da conservare in particolare la “ricevuta di consegna completa”

Secondo la definizione presente da tempo nella nostra normativa “il documento informatico è la rappresentazione informatica di atti, fatti o dati giuridicamente rilevanti”, quindi è senz’altro errato considerare che solo il PDF sia un documento digitale giuridicamente rilevante.

L’attuale definizione di documento informatica adottata anche nel Codice dell’Amministrazione digitale, D.lgs. 82/2005, va interpretata nel senso che ogni atto, purché abbia le caratteristiche minime di cui al presente decreto, è informatico, e per tale ragione anche una e-mail, un tracciato record, un database, una PEC, sono da considerarsi documenti informatici a tutti gli effetti. Va riferito comunque che – secondo le attuali regole tecniche – per identificare, pienamente un documento come informatico, occorre dapprima garantirne il rispetto delle caratteristiche di paternità, di autenticità, di integrità, di affidabilità, di leggibilità e di immodificabilità, caratteristiche tali da garantire nel tempo valore legale al documento stesso, e ciò può essere assicurato solo solo ed esclusivamente attraverso un processo di conservazione a norma di legge.
...

PEC.JPG
PEC.JPG (14.68 KiB) Osservato 1169 volte

L’affermazione quindi, che, qualsiasi documento purché correttamente prodotto va conservato, implica, ad oggi, che la Posta Elettronica Certificata (PEC), in quanto documento di natura informatica, va conservata per un tempo prestabilito dalla legge. Difatti, secondo l’art. 2220 del codice civile i documenti e le scritture contabili devono essere conservati per dieci anni dalla data dell'ultima registrazione e, con particolare riferimento all’art. 2214 dello stesso codice, si impone di “conservare ordinatamente per ciascun affare” la corrispondenza ricevuta e spedita oltre alle fatture e alle scritture contabili.
...
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 4708
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

Re: Questione PEC posta elettronica certificata

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 17/02/2016, 1:11

ForumPA, 16/02/2016di Gianlazzaro Sanna, Ingegnere, esperto di informatica e dematerializzazione

PEC, tre vantaggi utili che (forse) non conoscete

La posta elettronica certificata non è nata per trasmettere scansioni di documenti analogici bensì documenti informatici nativi con pieno valore legale. Non desta pertanto meraviglia il fatto che un'amministrazione ancora analogica non apprezzi particolarmente tale strumento

[1]L'istituzione della posta elettronica certificata (PEC) risale ormai a più di dieci anni fa (DPR 11 febbraio 2005, n. 68), ma il suo utilizzo ha incontrato sempre molte diffidenze e resistenze e suscitato polemiche anche feroci.

Nei rapporti con le pubbliche amministrazioni si percepisce spesso fastidio, incertezza e preoccupazione, a volte originati anche da normative che, pur spinte dalla lodevole intenzione di facilitarne la diffusione e l'utilizzo, non hanno contribuito a rendere evidente alle amministrazioni l'esatto valore delle comunicazioni e istanze trasmesse via PEC, in particolare per quanto riguarda la loro sottoscrizione.
...
Integrazione tra posta certificata e protocollo
...
Gestione automatica della ricevuta di accettazione e di consegna
Inteoperabilità
Per un funzionamento ottimale è però importante che ogni amministrazione verifichi la completezza dei dati inseriti nell'Indice delle pubbliche amministrazioni (IPA) (a mero titolo di esempio si può citare il fatto che nella segnatura di protocollo deve essere indicato il codice dell'area organizzativa omogenea, mentre l'80% delle amministrazioni non ha registrato sull'IPA alcuna area organizzativa omogenea, forse nella convinzione dell'inutilità dell'informazione nel caso che ne sia stata istituita solo una)
...[/i]
*
Allegati
Posta.JPG
Posta.JPG (24.21 KiB) Osservato 1418 volte
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 4708
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

Re: Questione PEC posta elettronica certificata

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 07/11/2015, 23:30

Parer, 27/10/2015

Due sentenze in materia di validità delle notifiche PEC nel processo amministrativo

Depositate dal Consiglio di Stato tra settembre e ottobre, sono state oggetto di approfondimento sui siti di informazione giuridica Altalex e Giurdanella.it

Due sentenze in materia di validità delle notifiche PEC nel processo amministrativo
la sede del Consiglio di Stato - foto di Lalupa (Pubblico dominio via Wikimedia Commons)

Tra settembre e ottobre, il Consiglio di Stato ha depositato due sentenze che confermano la validità delle notifiche via posta elettronica certificata nel processo amministrativo.

La prima è la sez. III, sentenza 14/09/2015 n. 4270, è stata depositata lo scorso 14 settembre dalla Terza Sezione del Consiglio di Stato, ed è stata oggetto di approfondimento sul sito Altalex da parte di Maurizio Reale - Processo amministrativo: ribadita la validità della notifica tramite PEC.

La seconda sentenza è la n. 4862 del 22 ottobre, a emetterla è stata la Quinta Sezione del Consiglio di Stato, e un breve commento ai suoi contenuti è stato pubblicato sul sito Giurdanella.it - Il Consiglio di Stato conferma la validità della notifica via pec.

Contestualmente alla pubblicazione dell’articolo, il sito Giurdanella.it ha anche creato una nuova paginache raccoglie tutti i recenti pronunciamenti in materia di notifiche a mezzo PEC nel processo amministrativo.
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 4708
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

Re: Questione PEC posta elettronica certificata

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 06/05/2015, 8:57

Postacertificata.gov.it, 06/05/2015:

COMUNICAZIONE DI GRADUALE SOSPENSIONE CEC-PAC

Gentile Utente,

Si avvisa che il servizio di Postacertificat@ (CEC-PAC), dedicato esclusivamente alle comunicazioni tra cittadini e pubblica amministrazione, sarà progressivamente sospeso per far convergere tutte le comunicazioni di posta certificata su sistemi di PEC standard, abitualmente utilizzati nelle comunicazioni tra cittadini, professionisti e imprese.

La sospensione del servizio osserverà la seguente tempistica:

1) dal 18 dicembre 2014 non sono più rilasciate nuove caselle CEC-PAC a cittadini e pubbliche amministrazioni, ivi incluse le caselle per le quali la richiesta di attivazione online è stata presentata in data antecedente, ma per le quali non si è ancora proceduto all'attivazione presso gli uffici postali;
2) dal 18 marzo 2015 al 17 luglio 2015 le caselle saranno mantenute attive solo in modalità di ricezione e sarà consentito agli utenti l'accesso alle stesse solo ai fini della consultazione e del salvataggio dei messaggi ricevuti;

3) dal 18 luglio 2015 le caselle non saranno più abilitate alla ricezione di messaggi e l'accesso alle stesse sarà consentito, sino al 17 settembre 2015, solo ai fini della consultazione e del salvataggio dei messaggi ricevuti; dal 18 settembre sarà definitivamente inibito l'accesso alla propria casella;
4) dal 18 settembre 2015 al 17 marzo 2018, sarà garantita agli utenti del servizio CEC-PAC la possibilità di richiedere l'accesso ai log dei propri messaggi di posta elettronica certificata.

Dal 13 marzo 2015 e fino al 18 settembre 2015, tutti gli utenti CEC-PAC potranno richiedere una casella PEC gratuita per un anno. Tale casella sarà resa disponibile da uno dei tre seguenti Gestori PEC:

* Aruba PEC S.p.A.
* Infocert S.p.A.
* Postecom S.p.A.

La richiesta va fatta direttamente a uno dei tre precedenti Gestori.

Dal 13 marzo 2015 dall'indirizzo http://www.agid.gov.it/manif-interesse-fornitura , gli utenti CEC-PAC interessati potranno raggiungere i siti dei tre Gestori sia per conoscere le caratteristiche del servizio offerto sia per poter effettuare la richiesta.

Di seguito alcune semplici istruzioni per agevolare il salvataggio delle comunicazioni presenti sulla sua casella di Posta certificata CEC-PAC:

* Salvataggio delle email configurando un client di posta

Configurare un client di posta secondo le modalità illustrate nella Guida completa sul portale www.postacertificata.gov.it. alla voce Servizi -> Servizi Base -> Come configurare il client di posta Outlook 2010/Come configurare il client di posta Thunderbird

Una volta configurato il client e scaricate le email, queste devono essere salvate in una cartella creata sul proprio PC. Il salvataggio sulla cartella locale può essere fatta in modalità drag-and-drop (per trascinamento della email nella cartella creata sul PC) oppure con il classico copia-incolla

* Salvataggio delle email attraverso il fascicolo

Qualora si desideri salvare le email direttamente dal portale www.postacertificata.gov.it è necessario che queste vengano prima spostate in una cartella creata ad hoc nel fascicolo e poi scaricare la cartella creata sul proprio PC

Procedere in questo modo:
1 accedere al portale www.postacertificata.gov.it
2 autenticarsi con le proprie credenziali
3 cliccare su Casella PostaCertificat@
4 cliccare su Fascicolo
5 cliccare su Crea cartella fascicolo
6 assegnare un nome alla cartella dove verranno spostati i messaggi (es: BackupPostainArrivo). Il nome della cartella non può contenere spazi, underscore e punteggiatura
7 cliccare su "Aggiungi" e poi su "Torna al Fascicolo". Nel fascicolo si visualizzerà la casella creata.
8 cliccare su Posta in Arrivo
9 selezionare una email per volta apponendo una spunta nel check-box alla voce Seleziona.
10 cliccare su "Salva mail in fascicolo". L'operazione deve essere fatta per ogni singola email, non è possibile selezionare tutte le email e spostarle contemporaneamente tutte nel fascicolo.
11 cliccare sul nome della cartella creata nel fascicolo e poi cliccare su "Salva messaggi". Procedere come illustrato per ogni singola email
12 Terminato il salvataggio delle email nella cartella creata nel fascicolo, cliccare su "Fascicolo"
13 selezionare il check-box relativo alla casella creata per il salvataggio delle email
14 cliccare su "Scarica". Si aprirà il box del Sistema Operativo dove dovrà essere selezionata la posizione sul PC dove salvare la cartella che stiamo scaricando. La cartella verrà scaricata in formato .zip. All'interno della cartella salvata sul PC si troveranno i messaggi email.

Se è necessario salvare email presenti in altre cartelle, ad esempio Posta Inviata, procedere come dal punto 5. in poi.

Il concessionario del servizio Postacertificat@
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 4708
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

Re: Questione PEC posta elettronica certificata

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 25/03/2015, 8:52

Info utile, per coloro che devono cambiare casella di posta certificata per dismissione del servizio Cec-Pac.

Poste italiane propone un anno gratis ai precedenti possessori di una casella di posta certificata cec-pac.

Dal sito di poste italiane http://www.poste.it oppure direttamente http://postecert.poste.it/pec/promoecp.shtml
Lo stesso dovrebbe avvenire con Aruba.it e con Infocert.it, secondo le indicazioni di PostaCertificat@.
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 4708
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

Re: Questione PEC posta elettronica certificata

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 28/02/2015, 15:12

La PEC: un prodotto made in Italy

Dal blog Appunti di archivistica un istruttivo video grafico
Per capire di cosa stiamo parlando ho voluto realizzare un video esplicativo, nel quale individuo il funzionamento dei due sistemi.
La ricostruzione consente di avere un confronto “visivo” tra la PEC e l’S/MIME.

*
Allegati
Video PC _ MIME.JPG
Video PC _ MIME.JPG (26.28 KiB) Osservato 2090 volte
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 4708
Iscritto il: 25/02/2009, 17:18

Prossimo

Torna a Protocollo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron