Una guida pratica alla Hierarchia Catholica

Una guida pratica alla Hierarchia Catholica

Messaggioda Sergio P. Del Bello » 01/03/2017, 23:06

Pubblicato sul blog di Foederis Arca, 01/03/2017
Il primo blog per gli Archivi degli Istituti religiosi

Banner.JPG
Banner.JPG (38.47 KiB) Osservato 169 volte

La Hierarchia Catholica (versione cartacea). Istruzioni per l’uso

Introduzione
A tutti coloro che frequentano gli archivi storici sarà capitato prima o poi di avere tra le mani lettere che si concludono così: «M. episcopus Viterbiensis». Quando un documento simile si trova all’interno di un carteggio, la soluzione si trova facilmente consultando le altre lettere. Se invece si tratta di un pezzo unico, completamente sganciato dal suo contesto (torniamo sempre lì, l’importanza del vincolo archivistico!) allora l’unica soluzione è ricorrere alla Hierarchia catholica.

Piano dell’opera
Ma che cos’è e come si utilizza esattamente questo strumento? Per dirla in poche parole, si tratta della raccolta (in nove volumi) dell’elenco dei papi, dei cardinali e delle successioni episcopali in tutte le diocesi cattoliche del mondo. Tale raccolta si basa sia sulla consultazione diretta dei documenti conservati presso l’Archivio segreto vaticano, sia tramite la consultazione di altri repertori e compilazioni scientificamente affidabili (quali ad esempio Gams, Potthast, ecc.). Tale opera si deve all’impagabile lavoro di un francescano, Konrad Eubel, OFMConv, (1842-1923), il quale curò direttamente l’edizione dei primi due volumi, si fece aiutare – a causa dell’età avanzata – per l’edizione del terzo e riuscì solo ad abbozzare quella del quarto. L’evidente utilità di questo strumento, unanimemente riconosciuta da tutta la comunità scientifica, spinse i confratelli dell’Eubel a continuarne il lavoro. Allo stato attuale siamo a nove volumi pubblicati grazie all’impegno dei frati: van Gulik, Gauchat, Ritzler, Sefrin e Pięta. Qui di seguito il piano completo (da notare come inizialmente l’opera dovesse riferirsi al solo medioevo, tuttavia dal terzo volume si passò a coprire anche l’età moderna, da cui l’aggiunta nel titolo della parola “recentioris”):
...
Allegati
Imago.JPG
Imago.JPG (42.03 KiB) Osservato 169 volte
Sergio P. Del Bello
Amministratore
 
Messaggi: 4622
Iscritto il: 25/02/2009, 18:18

Torna a Segnalazioni in rete e digitali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite